Hyundai i30 Wagon: eleganza e versatilità da 19.500 euro

1339 0
1339 0

Hyundai i30 Wagon, presentata al Salone di Ginevra, arriva sul mercato italiano. La Nuova i30 Wagon si declina in quattro livelli di equipaggiamento: Classic, Comfort, Business e Style.

I motori disponibili spaziano dai benzina (il nuovo 1.4 Turbo GDI da 140 CV, il 1.0 T-GDI da 3 cilindri e 120 CV, il 1.4 MPI 100 CV) ai diesel (1.6 CRDi da 110 e 136 CV). La nuova trasmissione automatica doppia frizione a 7 rapporti (7DCT) – interamente “made in Hyundai” – è disponibile sulle alimentazioni 1.4 Turbo e diesel.

Il listino parte da 19.500 euro per la 1.4 MPI Classic (100 CV, cambio manuale). Sin dall’entry level, anche i30 Wagon garantisce sistemi di guida assistita avanzati e grande comfort. Sono di serie la frenata autonoma d’emergenza (AEB con riconoscimento veicoli), il mantenimento della corsia (LKAS) e il Driver Attention Alert (che avvisa il guidatore in caso di segnali di stanchezza), l’oscuramento automatico degli abbaglianti, il cruise control, il bluetooth con comandi audio al volante e la radio con schermo LCD 5’’.

In occasione dell’esordio della Wagon sul mercato italiano, Hyundai ha deciso di offrirla allo stesso prezzo della 5 porte, nelle versioni Business e Style. Questo grazie al passaggio gratuito dall’allestimento Comfort al Business, che comprende il navigatore di ultima generazione con touchscreen 8’’ e retrocamera, la compatibilità Apple CarPlay e Android Auto e i Live Services (inclusi per 7 anni), insieme ai già citati sistemi di guida assistita.

i30 Wagon e 5 porte Business 1.6CRDi (110 CV cambio manuale) sono offerte, grazie a 3.700 euro di vantaggio cliente, a 21.350 euro (prezzo promo con permuta o rottamazione).

Lo stesso per la versione top di gamma. Stesso prezzo per i30 Wagon e 5 porte Style 1.6CRDi (110 CV), offerte in promozione a 23.350 euro (con 3.700 euro di vantaggi sul prezzo di listino). Questo allestimento aggiunge la ricarica wireless per smartphone, il pulsante di avviamento “start button”, il freno di stazionamento elettrico, i sensori pioggia e quelli di parcheggio anteriori.

Ultima modifica: 22 giugno 2017

In questo articolo