Honda, nel 2022 arriverà un secondo modello 100% elettrico

380 0
380 0

Elettrica significa speciale per Honda. Nel 2022, fedele al piano di elettrificazione, arriverà un secondo modello elettrico. Completamente a batterie, come la citycar Honda e, ma di dimensioni maggiori.

Elettrificazione Honda

Probabilmente realizzato sulla stessa piattaforma, che è nata con la prima BEV della Casa giapponese. Potrebbe trattarsi di una compatta, una segmento C, o di un SUV di piccole dimensioni.

Leggi anche: Honda Jazz Hybrid, informazione e prezzo

Il piano prevede, entro il il 2022 quattro modelli elettrificati: dei quali un SUV, una plug-in hybrid e un’altra vettura 100% elettrica.

Honda e, telaio sportivo e batteria da 35 kWh per la city car elettrica

Molta della tecnologia sarà mutuata dalla vettura attuale.

La Casa giapponese per la sua prima auto a batteria, chiamata semplicemente ’e’, porta in dote un corredo originale. Si presenta come una compatta citycar (3,9 metri di lunghezza) a trazione posteriore: nata per divertire alla guida.

Vettura virtuosa, ma con carattere, originale nel design, che non passa inosservato, con le forme tondeggianti e i fari a Led circolari, sia all’anteriore sia al posteriore.

Honda e, trazione posteriore e 154 cv di potenza

Impossibile confonderla con un’altra. La piccola giapponese possiede le doti per essere imbattibile in città. Grazie a un raggio di sterzata di 4,3 metri, le ruote anteriori sono ’libere’ da ogni impedimento essendo il motore sul retrotreno, il baricentro ribassato e la ripartizione dei pesi 50:50.

Doti quasi da sportiva, assecondate da un propulsore elettrico, da 136 o 154 cavalli nella versione top, che permette accelerazioni e riprese (la coppia è generosa, 315 Nm) notevoli.

Leggi anche: Honda e, la prova di QN Motori

Dall’altra parte della bilancia c’è una batteria compatta, da 35,5 kWh di capacità. Inferiore rispetto alla concorrenza. Honda ha deciso così per contenere il peso della vettura.

La piccola ’e’ è quindi votata al traffico cittadino e poco più, con i 222 km di autonomia dichiarati. I tempi di ricarica passano da 18 ore da presa domestica a 30 minuti da colonnina da 50 kWh.

Honda e: la spettacolare plancia digitale.

Altro plus, la spettacolare la plancia, con tre grandi display: tutti digitali. Quello TFT da 8,8″ pollici della strumentazione e due poderosi schermi da 12″3, per guidatore e passeggero, che si possono scambiare le istruzioni e le funzioni.

In verità gli schermi sono 5, perché ci sono ai lati della plancia due monitor da 6″ che proiettano immagini in tempo reale rilevate dal sistema di retrovisori laterali digitali. Piccole e sofisticate video camere al posto degli specchietti, un tocco davvero hi-tech.

Honda Jazz Hybrid

L’assistente personale, ovvero i comandi vocali, si attiva con Hey Honda? e risulta piuttosto facile e immediato da utilizzare. Completa la dotazione di ADAS, che abilitano alla guida assistita di livello 2.

Avvisano e correggono: spettacolari anche nel parcheggio automatico. Sono presenti 4 telecamere e 12 sensori sonar. Omologata per 4 posti, Honda e ha mostrato doti dinamiche sulle strade di Valencia durante il nostro test.

Elettrica e agilissima

Molto rapida anche sul misto. Precisa negli inserimenti, molto fluida in ripresa. Il centro di gravità è a 50 centimetri da terra, il che la rende decisamente sportiveggiante. Notevole l’Honda Parking Pilot, che offre 5 modalità di parcheggio automatico.

 

Ultima modifica: 10 marzo 2020