Honda Civic, primo contatto su strada. La legge del tre | GALLERY

1204 0
1204 0

Barcellona – Ci sono auto-icona che identificano un marchio. Honda Civic è una di queste, un modello capace di attraversare le epoche, di vendere 620 mila unità in 40 anni di storia e di sopravvivere alle mode. Oggi Civic è un’auto davvero globale, prodotta in 9 stabilimenti sparsi in quattro continenti e venduta il 170 paesi. Così il battesimo della decima generazione, sulle strade della Valvidrera alle porte di Barcellona, si trasforma in un evento. Anche perchè la nuova Civic segna una svolta importante nella storia di questo modello.

A cominciare dal design, più grintoso ed aggressivo, senza eccessi nipponici di dubbio gusto. Le linee sono spigolose, di carattere forte ma sempre funzionali al design. I fianchi profondamente scolpiti sottolineano la vocazione sportiva, come i passaruota pronunciati e le bocchette anteriori e posteriori ben definite. Civic, che arriverà in Italia il 18 e 19 marzo, è nata su una piattaforma più lunga e più larga rispetto al passato. Con un passo di 30 mm in più ma soprattutto con una guida ribassata di 35 mm, che serve a creare una maggiore sensazione di avvolgimento e sicurezza per conducente e passeggeri.

Anche nell’abitacolo, comodo, funzionale e arricchito da ottimi materiali, mostra una dichiarata impronta sportiva, senza rinunciare al comfort della berlina classica. Sarà in vendita a un prezzo di attacco di 22.500 euro nella versione Comfort equipaggiata con il motore turbo VTEC 1.0. Mentre per il top di gamma si arriva a 29.900 euro. A fine anno arriverà anche il diesel 1.6, a completare una gamma di propulsori completamente rinnovati. Perché è nel cuore della Honda Civic che gli ingegneri giapponesi hanno lavorato per ottenere una macchina dalla straordinaria facilità di guida e dal perfetto equilibrio di assetto.

Nuova Honda Civic
Nuova Honda Civic

Sulle strade intorno a Barcellona il benzina 1.0 a tre cilindri, da 129 cv, stupisce per reattività, potenza. Ma anche e soprattutto per la fluidità. Le marce si innestano in modo naturale. La terza scende e si impenna seguendo in piena armonia il contagiri. E anche il tanto discusso cambio CVT (provato sul modello con motore VTEC 1.5 da 182 cv) non si concede borbottii e singhiozzi.

Gli uomini di Honda hanno lavorato a lungo su guida e manovrabilità. Agendo sullo sterzo e sulla taratura delle sospensioni. E’ aumentata la rigidità torsionale (+52%) si è alleggerita la massa complessiva (-16 kg) in virtù della scelta di materiali più nobili.

Il risultato è una riduzione quasi completa di rumori e vibrazioni. L’obiettivo di una guida con sensensazioni premium è centrato in pieno. Un bel risultato che si sposa alla rinnovata attenzione di Civic per le tecnologie di bordo e l’intrattenimento.

Honda Civic – Infotainment e sistemi di sicurezza

Nella parte superiore della console centrale è posizionato il display touch-screen da 7 pollici. Ovvero l’Honda Connect 2 con funzioni di infotainment e di controllo del climatizzatore. Il sitema consente l’integrazione dello smartphone con le app Apple CarPlay e Android.

E anche in termini di sicurezza la nuova Honda Civic fa un passo avanti con il pacchetto Sensing. Che comprende la frenata a riduzione di impatto, l’alert collisione, la segnalazione del cambio di corsia involotnario, il cruise control e il riconoscimento dei segnali stradali. La decima Civic, insomma, ha buoni artigli per graffiare.

Giuseppe Tassi

Ultima modifica: 6 marzo 2017

In questo articolo