Geely costruisce una fabbrica in Cina per i futuri modelli Lotus

300 0
300 0

Geely costruirà una fabbrica in Cina per la produzione dei futuri modelli Lotus. L’investimento per il nuovo stabilimento si aggira sugli 1,3 miliardi di dollari. Una cifra che si aggiunge ai circa 2 miliardi che Geely ha investito nel marchio inglese per salvarlo e sfidare i grandi marchi mondiali.

Come riporta Autocar, la nuova fabbrica sarà costruita a Wuhan. Servirà per produrre i nuovi modelli Geely, ma da lì uscirà anche il futuro SUV Lotus. Il suo arrivo è previsto per il 2020 e l’obiettivo è lanciare uno Sport Utility Vehicle che possa rivaleggiare con Porsche Cayenne.

Lotus Cars sta vivendo una rinascita grazie al sostegno di Geely“, si legge nel comunicato Lotus. “Espandere globalmente la produzione del marchio è una parte fondamentale nella strategia aziendale“. Non c’è solo il SUV nel futuro del brand britannico. Nel corso del 2019 dovrebbe arrivare il concept di una hypercar elettrica a tiratura limitata da 2,2 milioni di euro. Lo sviluppo di questa vettura è già in corso al quartier generale di Hethel, in Inghilterra.

Anche se il SUV sarà assemblato in Cina, la produzione Lotus continuerà anche sul suolo britannico. Il marchio ha voluto rassicurare su questo dettaglio. “Lotus e i propri azionisti restano fedeli alla produzione di auto sportive a Hethel. Sono previsti investimenti per espandere il nostro quartier generale e nell’assunzione di nuovo personale“. Le future sportive Lotus, come Elise ed Evora, continueranno a essere prodotte in Gran Bretagna.

Ultima modifica: 21 gennaio 2019