Ford: la partnership con Domino’s pizza, consegne in autonomia

907 0
907 0

Domino’s pizza ha siglato un accordo con la Ford per consegnare le pizze in maniera del tutto particolare: attraverso i veicoli a guida autonoma.

A tutti è capitato almeno una volta di non avere voglia di uscire ma neanche di cucinare. In questi casi la pizza consegnata a domicilio ha sempre rappresentato quindi la soluzione ideale. L’unica cosa da fare era stare seduti ed attendere l’arrivo del fattorino che le consegnasse. In futuro questo rito potrebbe non essere più lo stesso per via dei test messi in atto da Domino’s pizza, nota catena americana. Con l’ausilio della Ford, infatti, sta sperimentando l’utilizzo di self-driving car per la consegna delle pizze.

Questo metodo rivoluzionario verrà applicato per mezzo di una Ford Fusion, dotata di guida autonoma di livello 4. Questa è dotata di nuovi sensori LIDAR, i quali, rispetto ai precedenti, garantiscono un campo visivo più vasto. Sono solo due, ma sono in grado di monitorare accuratamente l’ambiente intorno all’auto. La Ford spera di riuscire a mettere in produzione queste vetture entro il 2021.

In questa fase di test, però, la figura umana non è ancora stata eliminata completamente. Per qualsiasi evenienza, il guidatore può comunque prendere prontamente il controllo del veicolo. Durante queste sperimentazioni c’è infatti un tecnico Ford, il quale si assicura che tutte le fasi si svolgano in maniera corretta.

Come avverrà la consegna? L’ordinazione delle pizze da parte dei clienti sarà possibile tramite app. Le consegne da eseguire con la self-driving car verranno selezionate poi in maniera casuale da Domino’s. Infine, una volta che il veicolo sarà giunto a destinazione, sarà la stessa app ad avvertire il cliente della possibilità di ricevere le pizze all’esterno della propria abitazione. Verranno inoltre fornite tutte le informazioni necessarie per prendere le pizze richieste all’interno della macchina.

Ma i test che si stanno svolgendo non hanno il solo scopo di valutare l’effettiva capacità della macchina di spostarsi da un punto A (la pizzeria) ad un punto B (la casa del cliente). L’aspetto commerciale è fondamentale in questa innovazione. Occorre infatti capire in che modo i clienti accoglieranno questo sistema. C’è poi un altro aspetto di cui tenere conto: il fattorino in carne ed ossa consegna le pizze suonando il campanello alla porta degli interessati, ma quale dovrà essere invece la posizione migliore di parcheggio per agevolare la consegna con la macchina a guida autonoma? Solo il tempo potrà fornire le risposte.

Ultima modifica: 6 marzo 2018