Ford Kuga ibrida plug-in, la prova della ricaricabile | VIDEO

1657 0
1657 0

Sostanza e qualità a prezzi competitivi. Nella corsa verso l’elettrico. Ford procede con il sano realismo di un marchio che ha oltre cent’anni di storia alle spalle. Ford Kuga ibrida plug-in rappresenta un perfetto punto di equilibro fra la necessità di ridurre emissioni e consumi e quella di conservare vantaggi e praticità del motore termico.

Ford Kuga ibrida plug-in, la prova della ricaricabile - 11 Large

Primato continentale

Non è un caso che la versione ibrida PHEV (con ricarica alla spina) sia stata nel 2021 l’auto plug-in più venduta in Europa Con 64 km di autonomia in solo elettrico (che diventano 88 nel traffico cittadino), Kuga plug-in sollecita il guidatore ad utilizzare i vantaggi della ricarica alla spina.

Quasi la metà della percorrenza in elettrico. Si risparmiano 800 euro l’anno

Secondo una stima della Casa americana i clienti che hanno acquistato la Sport Utility Ford hanno percorso il 49% dei km utilizzando l’elettricità, con un risparmio annuo calcolabile in circa 800 euro.

Secondo i dati Ford, con il serbatoio di elettroni pieno, i consumi di benzina arrivano fino a 1,0 litri per cento chilometri con uno stile di guida appropriato, cioè senza strappi ed accelerazioni brusche.

Il powertrain elettrificato

Il sistema ibrido è composto da un motore 4 cilindri 2.5 benzina accoppiato ad un elettrico da 14,4 kWh per una potenza complessiva di 225 cavalli. Le qualità di grande fondista dell’auto sono evidenti nel test su strada fra Roma e Vulci, nella Maremma laziale, dove l’agile e comoda percorrenza in autostrada consente di verificare che l’auto viaggia in puro elettrico fino a 130 km orari.

E se ti accorgi di aver scialato con l’energia, si possono utilizzare due modalità per preservare la carica elettrica: con EV Later si privilegia il motore termico e con EV Charge si aumenta la ricarica della batteria in frenata e decelerazione.

L’abitacolo di Ford Kuga ibrida plug-in

All’interno Kuga PHEV ha ampi spazi anche nel sedile posteriore, che è reclinabile e può arretrare fino a 14 cm. I materiali e le plastiche sono di buona qualità il volante è piatto nella parte bassa e il cruscotto centrale digitale da 8 pollici molto intuitivo.

Il display per le varie regolazioni è da 12,3 pollici e grazie all’aggiornatissimo sistema Sync3 dispone anche di un comando vocale molto efficace. Le numerose modalità di guida esaltano la versatilità della vettura.

Le anime della vettura

A Normal, Sport ed Eco si aggiungono Slippery per fondi ghiacciati e Snow/Sand, che offre la migliore qualità di trazione su fondi nevosi o sabbiosi. In più la tecnologia Drive Modes permette di personalizzare l’assetto della vettura (accelerazione, sterzo, controllo di trazione) secondo le preferenze del pilota.

L’auto ha una guida alta, comoda e rilassante. Disegna bene le curve, a dispetto della mole, e sa essere brillante nello spunto quando serve. I sorpassi nel traffico cittadino sono fluidi e naturali.

Gli Adas restano, come sempre, un must di Ford con il Cruise control adattivo evoluto, la frenata automatica con rilevamento dei pedoni e la partenza automatica in salita. I prezzi di Kuga PHEV partono da 38.550 euro, ma esistono comode formule di noleggio a lungo termine.

di Giuseppe Tassi 

Leggi ora: Nuovo Ford Ranger, sul pick-up più venduto in Europa arriva il V6 Diesel

Ford Kuga ibrida plug-in, la prova della ricaricabile: la galleria fotografica

Ultima modifica: 23 gennaio 2022

In questo articolo