Ford elettrifica, arrivano Fiesta e Focus EcoBoost Hybrid

577 0
577 0

Ford elettrifica le sue compatte, in arrivo Fiesta e Focus EcoBoost Hybrid. Saranno annunciate ufficialmente al Go Further Event, il grande evento del Marchio che si terrà ad Amsterdam il 2 aprile.

Queste le parole di Steven Armstrong, Chairman Ford of Europe

Le nostre nuove Fiesta e Focus EcoBoost Hybrid sono esempi di come Ford sia impegnata a offrire ai consumatori prodotti nuovi, ecologicamente sostenibili, dotati di tecnologie innovative e servizi dedicati. E abbiamo molti altri esempi da annunciare ad Amsterdam la prossima settimana. Abbiamo investito molto per riuscire a offrire motori EcoBoost Hybrid su due dei nostri modelli più apprezzati. E consentire ai consumatori di risparmiare, senza perdere nulla del rinomato piacere di guida delle vetture Ford”.

Fiesta e Focus EcoBoost Hybrid saranno equipaggiate con una motorizzazione Mild-Hybrid 48 V. Realizzata per l’efficienza nei consumi, accrescendo l’esperienza di guida con performance più potenti e reattive.

Fiesta e Focus EcoBoost Hybrid, il powertrain

Uno starter/generatore, azionato da una cinghia, (BISG) sostituisce l’alternatore standard, consentendo di recuperare l’energia nella fase di decelerazione e accumularla all’interno di una batteria agli ioni-litio da 48 volt, raffreddata ad aria.

Il BISG agisce anche come motore e si integra con l’EcoBoost 1.0 da 3 cilindri a basso attrito, utilizzando l’energia immagazzinata dalla batteria, per fornire coppia addizionale nelle normali condizioni di guida, in accelerazione e quando entrano in funzione i componenti elettrici.

L’assistenza alla coppia contribuisce a offrire prestazioni più reattive, in particolare a regimi più bassi, per un’esperienza di guida più versatile e divertente.

Il BISG, ha consentito  di aumentare la potenza del motore 1.0 EcoBoost con un turbocompressore più grande. Riducendo il turbo-lag, ovvero il ritardo nella risposta. Più efficienza, più potenza e meno consumi ed emissioni. Questo il gol di Ford

Ultima modifica: 27 marzo 2019