Ford Focus si elettrifica, le caratteristiche della versione EcoBoost Hybrid

674 0
674 0

Focus si elettrifica, la popolare compatta di Ford arriva sul mercato con l’ibrido leggero.

Mild hybrid, se preferite: rappresenta la soluzione più pragmatica, economica per l’automobilista, ma pur sempre omologata ibrida e quindi attualmente “libera” dai blocchi del traffico.

Ford Focus Ecoboost Hybrid, la compatta si elettrifica

Il nome della nuova versione è EcoBoost Hybrid, perché il cuore è il tre cilindri turbo benzina. L’EcoBoost, uno dei motori più premiati dell’ultimo decennio.

Compatto ed efficiente, ma anche elastico e potente in relazione alla cilindrata, è pur sempre un “mille”, e silenzioso. La motorizzazione elettrificata arriva sia sulla compatta sia sulla wagon.

La tecnologia è quella vista sul nuovo SUV compatto Puma (qui la prova di QN Motori) nelle due versioni col tre cilindri da 125 o 155 cavalli, ovvero anche superiore la potenza del “duemila” aspirato di Focus di dieci anni fa, che era di 145 cv.

Al motore a benzina è abbinato un sistema ibrido a 48 Volt, che di fatto sostituisce l’alternatore standard con un sistema di starter/generator (BISG).

Il quale permette il recupero e lo stoccaggio di energia durante le decelerazioni del veicolo e la ricarica di un pacco batteria di ioni-litio (appunto da da 48 volt) raffreddato ad aria.

L’accumulatore è posto sotto il sedile del passeggero anteriore, permettendo l’integrazione del propulsore ibrido senza alcuna perdita di spazio sia di carico sia di quello per gli occupanti.

Il BISG agisce anche da motore, integrandosi col tre cilindri. Infatti utilizza l’energia accumulata per fornire assistenza con la coppia elettrica durante la guida e l’accelerazione normale. Ciò oltre a far funzionare le componenti elettriche del veicolo.

In tal modo il sistema ibrido può elargire fino a 24 Nm di coppia, riducendo l’attività dell’EcoBoost, portando a un un miglioramento dell’efficienza e del consumo di carburante. Inoltre la gestione elettronica controlla continuamente il modo in cui Focus viene utilizzata.

Il mille tre cilindri benzina ha beneficiato di una turbina più grande. Installata per avere un miglior allungo agli alti regimi. Ai bassi giri la coppia la fornisce anche l’elettrico.

Ford Focus Ecoboost Hybrid

Viene sprecato il minimo di carburante: ai 25 km/h il motore termico viene spento, ma è sempre pronto all’utilizzo: per riaccendersi impiega 35 centesimi.

EcoBoost Hybrid, fino a 20 km/litro. Consumi da Diesel

Presenta anche la tecnologia di disattivazione dei cilindri, che può arrestare automaticamente uno dei cilindri quando non è necessaria la piena potenza.

Il tutto contribuisce a un consumo medio dichiarato di quasi 20 km/litro. Con un risparmio di oltre il 40% rispetto a un benzina dello passato decennio. Focus anche a bordo è speciale, presentando il quadro strumenti LCD da 12.3” e l’innovativo Local Hazard Information.

Ovvero la funzionalità di avviso di pericolo in tempo reale, che sarà disponibile entro la fine dell’anno. Avanzato anche il modem integrato FordPass Connect. E’  di serie, che permette di controllare da remoto più funzioni della vettura tramite lo smartphone e l’app FordPass.

Leggi anche: Ford Focus Active, il crossover. La prova di QN Motori

Ultima modifica: 6 luglio 2020