Fiat Nuova (500) RED, gamma speciale. Inaugurate Casa 500 e La Pista 500

1560 0
1560 0

Stellantis al Lingotto di Torino ha inaugurato Casa 500 e La Pista 500. E presentato la Nuova (500) RED,  l’elettrica realizzata in collaborazione (RED), il progetto impegnato contro le pandemie, che ha lo slogan “protect the planet and people”.

Hanno presenziato, John Elkann, Chairman di Stellantis, Olivier Francois, CEO FIAT e CMO Stellantis, Ginevra Elkann, Presidente della Pinacoteca Agnelli e di Bono Vox, co-fondatore di (RED) e  leader del gruppo U2.

Olivier Francois, CEO FIAT e CMO Stellantis; Ginevra Elkann, Presidente della Pinacoteca Agnelli; John Elkann, Chairman di Stellantis
Olivier Francois, CEO FIAT e CMO Stellantis; Ginevra Elkann, Presidente della Pinacoteca Agnelli; John Elkann, Chairman di Stellantis

Le parole di John Elkann, Chairman di Stellantis: “Da oggi Torino ha un nuovo museo, dedicato a una vera icona italiana come la Fiat 500, e un nuovo giardino aperto a tutti, che offre un’esperienza unica a chi vive e visita la nostra città. Gli investimenti realizzati a Mirafiori nell’elettrico e la trasformazione verde del Lingotto sono il segno dell’impegno di Stellantis: guidare con fiducia il cambiamento che sta vivendo il settore dell’auto per offrire a tutti i benefici di una mobilità sostenibile e all’avanguardia.”

Le parole di Olivier Francois, CEO Fiat e CMO Stellantis: “Oggi apriamo un nuovo capitolo nella storia del Lingotto che nel percorso di FIAT è sempre stato protagonista ed è proprio qui che “piantiamo i semi del nostro futuro”: Casa 500, il nuovo museo dedicato alla più amata icona della FIAT e la nuova Pista 500, il più grande giardino sospeso d’Europa. Un nuovo polmone verde aperto a tutti. Ed è l’occasione per la premiere mondiale della Nuova (500)RED, la prima auto (RED) al mondo”.

Rosso alla guida: Nuova (500)RED

E’ nata dalla collaborazione tra Fiat e (RED) per diffondere il messaggio condiviso di- cura per l’ambiente, per il pianeta e per le persone.

Speciale il colore dedicato al sedile del guidatore: il rosso, in abbinamento agli altri tre sedili passeggeri neri. Una provocazione, un messaggio, un invito: siate “pronti” a mettervi alla guida del cambiamento. Per chi preferisce invece l’uniformità cromatica, sono comunque disponibili i sedili tutti neri con logo (500)RED rosso a contrasto, o tutti rossi con logo nero.

FIAT mira a veicolare il messaggio di (RED) al più ampio pubblico possibile, per questo la serie speciale è disponibile sulla Famiglia 500 al completo: Nuova (500)RED, (500)RED, (500X)RED e (500L)RED avranno pertanto il colore rosso come elemento distintivo e caratterizzante sia per quanto riguarda gli esterni (a partire dalla carrozzeria, per arrivare ai loghi, alle calotte specchio e ai dettagli sui cerchi) sia per gli interni (la fascia plancia, i dettagli dei sovratappeti e gli esclusivi sedili realizzati utilizzando il filato “Seaqual” derivato dalla plastica recuperata dagli oceani, con la firma FIAT e il logo (500)RED sullo schienale). Il rosso non sarà comunque il solo colore della serie speciale (RED), infatti la palette di tinte carrozzeria prevede altri colori specifici per ciascun modello.

Tutti i modelli della Famiglia (500)RED sono dotati di un filtro dell’aria trattato con una sostanza biocida ad azione altamente efficace (>99,9%) contro virus e batteri, in gradi di impedirne la ri-aerosolizzazione all’interno dell’abitacolo. Inoltre le superfici di alcuni elementi degli interni, con cui i clienti hanno maggior contatto come il volante, i sedili e l’interno del baule hanno ricevuto un trattamento antimicrobico ad azione altamente efficace (fino al 99,9% a seconda dei componenti) contro virus e batteri, che permette al cliente di sentirsi più al sicuro a bordo.

Ogni vettura della Famiglia (500)RED è accompagnata da un Welcome Kit che comprende un dispenser per gel disinfettante e la cover chiavi dedicata per un ultimo tocco di personalizzazione. Nello stesso kit i clienti della Nuova (500)RED troveranno anche un’esclusiva lettera firmata da Olivier Francois e Bono Vox che dà il benvenuto nella community (RED).

La Nuova (500)RED presenta ulteriori elementi distintivi fortemente caratterizzati che la rendono immediatamente riconoscibile, a partire proprio dal logo frontale 500 e da quello FIAT sul portellone che, per la prima volta, si tingono di  rosso come  tributo a (RED). Anche il badge dedicato posto alla base del finestrino posteriore e il logo 500 posto al centro del volante premium con rivestimenti Soft Touch sono un ulteriore richiamo alla partnership.

La gamma colori, oltre al nuovo ed esclusivo Red by (RED), prevede il Mineral Grey, l’Ice White e l’Onyx Black. Un ulteriore insolito tocco (RED) coinvolge il pedale dell’acceleratore in alluminio anodizzato rosso, disponibile in abbinamento alla combinazione di interni con sedili passeggeri neri e sedile guidatore rosso.

La Nuova (500)RED è disponibile in due carrozzerie, hatchback e cabrio con capote nera, e con due range di autonomia: un e-motor con potenza da 70 kW da 95 cv con autonomia fino a 190 km (ciclo WLTP) e uno di 87 kW da 118 cv e autonomia fino a 320 km (ciclo WLTP). Il prezzo sarà di 22.800 euro per le versioni intermedie, incentivi compresi.

La (500)RED è basata sulla versione Dolcevita e, insieme ai particolari comuni a tutta la Famiglia (500)RED, vede il logo (500)RED su entrambi i montanti. La (500)RED Hybrid è disponibile nei colori Grigio Pompei, Bianco Gelato e Nero Cinema, oltre ovviamente al Rosso Passione.

Questa versione è inoltre impreziosita da dettagli cromati su griglia frontale, baffi anteriori e maniglie porta, mentre a livello di infotainment presenta la radio touchscreen da 7” con Apple CarPlay e Android Auto e cerchi in lega da 15” o da 16’’.

Disponibile in versione hatchback con tetto in vetro panoramico e cabrio con capote nera, monta un motore Mild Hybrid 1.0 da 70 cv.

La (500X)RED è basata sulla versione Cross ed è disponibile sia hatchback sia in versione open air con soft-top Dolcevita nero. Sui montanti della portiera anteriore il logo (500)RED a completamento dei particolari comuni a tutta la serie speciale (RED). La palette colori, in aggiunta alla livrea Rosso Passione, prevede il Grigio Moda, Bianco Gelato e Nero Cinema sempre con particolari rossi. Gli interni sono caratterizzati da un’elegante tonalità scura e i sedili neri sono impreziositi dal cadenino rosso con cuciture ross sull’ appoggiabraccio. La connettività è garantita dal sistema Uconnect con schermo touchscreen da 7″ e navigazione integrata con Apple CarPlay e Android Auto, i cerchi in lega sono da 19”. Completano l’equipaggiamento i sensori di parcheggio, i sensori crepuscolari, i fendinebbia e l’aria condizionata automatica.

La vettura è disponibile in due motorizzazioni a benzina – i Firefly da un litro e 120 CV e 1,3 litri da 150 CV – e due diesel Multijet da 1,3 litri e 95 CV e 1,6 da 130 CV.

Infine, anche la (500L)RED presenta la firma di questa collaborazione sui montanti della porta anteriore. Oltre al Rosso Passione, la gamma colori comprende Grigio Moda, Bianco Gelato e Nero Cinema, ordinabili anche con l’opzione tetto nero. I cerchi sono disponibili in due taglie da 16” e da 17’’ e completano la dotazione l’aria condizionata automatica, il sensore della pioggia e crepuscolare e il cruise control con limitatore di velocità. La vettura è disponibile con le motorizzazioni Euro6D-Final a benzina da 1,4 litri e 95 CV oppure turbodiesel 1,3 Multijet da 95 CV.

Francois ha aggiunto

Casa 500 non è solo un classico museo dell’auto, infatti racconta la cultura e la storia dell’Italia e di Torino; inoltre è un viaggio che proietta FIAT verso il futuro partendo dalle sue radici. 500 non è solo tecnologia, batterie, schermi luccicanti ma rappresenta il design italiano, la Dolce Vita, l’italianità: proprio ciò che è contenuto nel nuovo museo“. 

default

La Pista 500 è il più grande giardino pensile d’Europa e la decisione di realizzarlo sul tetto di una fabbrica di inizio ‘900 ha un valore fortemente simbolico per noi: un luogo che un centinaio di anni fa era fonte d’inquinamento per antonomasia e una pista all’epoca segreta e inaccessibile, diventano oggi un giardino aperto a tutti gli abitanti di Torino . Tutto questo mette in evidenza il fatto che il nostro obiettivo non è solo promuovere le auto: il nostro nuovo corso prevede anche cura e attenzione per il clima, la comunità, la cultura“.

Inoltre oggi insieme a Bono sveliamo in anteprima mondiale la Nuova (500)RED. Quest’auto ha come missione proteggere il pianeta e le persone, perché è elettrica, così da rispettare l’ambiente e contribuire ad un futuro più sostenibile. Ora con (RED) la sua missione si estende. Insieme a (RED) vogliamo lottare anche contro le pandemie e questo è il doppio messaggio che vogliamo portare nel mondo.”

Sono molto orgoglioso di celebrare proprio in questo mese i miei primi 10 anni alla guida di FIAT, dieci anni estremamente sfidanti, ma che festeggiamo con un grande risultato: attualmente FIAT è il primo brand di Stellantis in termini di volumi, con 1 milione di veicoli già venduti nel 2021 ad oggi. Questo, insieme alla forza e alle risorse di Stellantis, ci fa guardare con ottimismo al futuro. In effetti, FIAT dal 2023 presenterà almeno un nuovo modello ogni anno, che avrà anche una sua versione completamente elettrica.”

Le parole di Ginevra Elkann, Presidente della Pinacoteca Agnelli: ”Il Lingotto è un luogo magico, iconico, simbolo dell’industrializzazione italiana, che ha saputo trasformarsi nel tempo per rispondere a nuove necessità. Quando ha cessato di essere un luogo di produzione, con il progetto di Renzo Piano fu restituito alla città, anche realizzando un incontro con l’arte: nello Scrigno in cristallo e lamiera, è stata collocata la collezione Giovanni e Marella Agnelli, creata per condividere la “gioia dell’arte”. Oggi, in questo nuovo inizio, il Lingotto si riconnette ulteriormente alla propria identità originaria. Qui si ritrovano tutti gli elementi della storia, in una nuova visione del mondo. Con la nuova Pinacoteca, la Casa 500 e la Pista 500 e il grande parco sospeso, pensato anche per accogliere sculture, il Lingotto disegna l’idea condivisa di un nuovo futuro: più consapevole, più sostenibile, e sempre in dialogo con l’arte e l’ambiente”.

Le parole di Bono, co-fondatore (RED): “Questa partnership con FIAT, Jeep e RAM è un’arma potente nelle mani di (RED) per la lotta contro le pandemie e contro la noncuranza che le alimenta. È difficile credere che a 15 anni dalla fondazione di (RED) si stia ora lottando contro un altro virus, di altrettanta entità… ma è ancora più dura vedere come il “virus” dell’ingiustizia, che da sempre contraddistingue la pandemia di AIDS, persista ancora durante il COVID. Meno del 5% della popolazione in Africa è completamente vaccinato, mentre i vaccini proliferano in Europa e America”. “

Dobbiamo fare di più, e in fretta, per supportare le centinaia di milioni di persone che ancora non hanno accesso ai vaccini, alle terapie o non dispongono dei dispositivi di protezione a sufficienza. Perché finché questa pandemia non verrà sconfitta ovunque, nessuno potrà sentirsi al sicuro in nessun luogo”.

Continua Bono: “Questo è davvero un grande momento per (RED). Una delle più iconiche aziende automotive al mondo vuole darci supporto nel cancellare il COVID-19 dalla faccia della terra, e con la Nuova (500)RED non avrà nemmeno bisogno di carburante, per farlo. Fiat vuole essere il più eco-sostenibile possibile unendosi a (RED), è questa è una ragione per sentirsi più vicini alla vetta”.

Casa 500 – Il futuro si ispira alle radici. Presente passato e futuro delle 3 generazioni di 500, attraverso la cultura di un Paese e la storia di una città

Casa 500 è il nuovo spazio espositivo parte del complesso museale della Pinacoteca Agnelli, presieduta da Ginevra Elkann. Un percorso immersivo di oltre 700 mq che, attraverso ricordi, emozioni e sogni, ripercorre la cultura e la storia di un paese e di una città che si intrecciano con la storia della 500. Molto più di un museo dell’auto, Casa 500 racconta il futuro del Brand FIAT partendo dalle sue radici: radici che sono appunto l’ispirazione per il futuro. Fil rouge è la “metamorfosi” di FIAT 500 attraverso le sue tre generazioni, un modello che ha fatto la storia dell’automotive e che, da sempre, ispira nuovi modi di pensare e di vivere. Un’ icona del nostro tempo che attraverso il suo evolvere racconta la cultura di un paese e la storia della sua città.

Situata al quarto piano della Pinacoteca Agnelli e affacciata direttamente sulla pista del Lingotto, Casa 500 è uno spazio espositivo aperto, immerso nella luce e collegato alla pista sui quattro fronti grazie a grandi vetrate. Casa 500 è anche un luogo dove il rispetto dell’ambiente è il mantra che ha ispirato la realizzazione di tutti gli spazi e i materiali scelti per gli allestimenti, che seguono il principio sintetizzato nel concetto di “Reuse, Reduce, Recycle”: legno riciclato per tavoli, pedane e portali, pannelli che assorbono componenti volatili dell’aria, arredi riutilizzati o prodotti con plastiche recuperate in mare come il divano in filato “Seaqual”, vernici eco friendly e antibatteriche.

L’esposizione di Casa 500 si sviluppa intorno a un albero centrale altamente simbolico, anch’esso in legno riciclato. Un albero che rappresenta la continuità della storia, tra le radici – il passato – e il futuro. Ai piedi dell’albero il mascherone della leggendaria Fiat 500 del 1957 e una Nuova (500)RED, ultima “nata” della gamma della Nuova 500. 

Il percorso espositivo è suddiviso in 8 aree tematiche. 

Si parte con quella denominata Legacy, uno spazio immersivo tra foto e video che porta il visitatore agli inizi del viaggio, nel 1957: il futuro è a portata di mano e il mondo un territorio da conquistare a bordo delle tre generazioni di 500, nate dall’ingegno e dalla passione di talenti visionari.

Segue Made of Italy, non una collezione di oggetti ma l’affermazione di stile. Dodici prodotti industriali che, come 500, si sono affermati grazie al loro design italiano che ha saputo coniugare il bello con l’utile. Un percorso attraverso il tempo e la creatività, oggetti per la vita quotidiana che sono diventati icone dell’immaginario collettivo ispirando modi di pensare e vivere e che in questo spazio sono divisi in tre aree: Boom, Ego ed Ethical.

Boom fa riferimento agli anni Cinquanta, celebrati da Fellini ne “La dolce vita”. Lo spazio racconta di un Paese in piena trasformazione e in cerca di nuove opportunità. Le grandi imprese si riconvertono, le piccole si affidano a flessibilità e cura artigianale. E lo sviluppo economico che ne deriva è trainato dalla creatività italiana. 

Con un balzo di oltre mezzo secolo, si arriva nell’area Ego, siamo nel primo decennio del nuovo millennio. Le vie di comunicazione si smaterializzano grazie all’avvento di internet, dei cellulari e della posta elettronica, delle immagini digitali. È forte allora l’esigenza della personalizzazione, per affermare comunque una individualità che era ancora latente. 

Ethical è la sezione dedicata al decennio che stiamo vivendo: un periodo di grandi innovazioni tecnologiche, ma anche della riscoperta dei valori primari come la solidarietà e il rispetto dell’ambiente, messi in discussione da conflitti, logiche economiche, stravolgimenti climatici ed epidemie. Il 2021 è anche l’anno del gruppo Stellantis, nato per dare nuovo impulso all’industria dell’automobile. E al suo interno, il marchio FIAT continua a esprimere valori assoluti di unicità e qualità. 

L’area Social relevance è la sezione che racchiude l’avvincente storia della 500 raccontata nei tre capitoli precedenti: Boom, l’esplosione economica del dopoguerra che ha spinto i consumi di massa; Ego, la 500 del 2007 protagonista del nuovo millennio digitale grazie alle sue infinite possibilità di personalizzazione; Ethical, il futuro dal 2020 in poi, con la Nuova 500 full electric che porta tutti nella prossima era della mobilità.

Per gli appassionati della storia della comunicazione, c’è l’imperdibile sezione The poster collection, una raccolta di 12 poster e raffigurazioni pubblicitarie della prima 500, icona della motorizzazione dell’Italia. Nelle immagini riprodotte si respira l’atmosfera positiva di quegli anni, si vedono le famiglie nel tempo libero e negli impegni quotidiani. Con tante donne al volante: la piccola vettura diventa anche il simbolo dell’emancipazione femminile oltre che sinonimo di libertà e mobilità democratica.

3 generations è invece la sezione del confronto. Due preziose scatole del tempo che raccontano visivamente l’evoluzione della 500 e delle sue tre vite. Un’evoluzione che vede 500 nelle 3 generazioni sempre fedele a se stessa senza mai perdere il carisma dell’attualità. Sulla parete fa bella mostra di sé la carrozzeria sezionata a metà di un vero modello del 1957. Accanto sono esposti alcuni componenti della 500 del 2007: cerchi ruota, fari anteriori e posteriori, volante, plancia con infotainment e specchietto.

Componenti industriali, parti dell’unico che è la 500, ma che per design, funzionalità, integrazione sono diventati immediatamente riconoscibili. Più in basso quegli stessi elementi provengono questa volta dalla Nuova 500 full electric del 2020: innovazione, funzionalità, design, tecnologia sempre con la personalità di 500.

Due schermi multimediali compongono il Digital Counter. Una sezione interattiva con il diario di un’icona contemporanea: interviste, materiali di comunicazione, eventi, riconoscimenti che hanno reso FIAT 500 una star internazionale.

Da ultimo si entra nella alla sezione Foreseeing the future. In questa area si ripercorre la storia di ieri, oggi e domani sullo sfondo della cornice del Lingotto che, nel suo lungo cammino, ha più volte cambiato radicalmente pelle. In origine fabbrica di automobili, quindi inevitabilmente con accesso limitato, una fabbrica in cui il lavoro dell’uomo era al centro del suo essere. Poi negli anni ’90 un primo passaggio importante, da luogo “inaccessibile” che custodiva segreti industriali, a luogo di aggregazione sociale, un centro commerciale multifunzionale. Oggi una nuova trasformazione, area museale e green dedicata alla nuova mobilità sostenibile, aperta al pubblico e pensata per la comunità.

Infine, Casa 500 ospita l’esposizione temporanea “Green Obsession” dedicata al pensiero progettuale di Stefano Boeri Architetti – da sempre rivolto verso la convivenza della natura vivente con l’ambiente costruito – che ha ispirato la visione della città del futuro nella quale è stato ambientato il recente lancio della 500 elettrica.

L’esposizione si presenta come una sequenza di video del Bosco Verticale di Milano: un edificio iconico, qui raccontato nel corso degli anni e delle stagioni, divenuto un nuovo modello planetario di architettura verde e sostenibile. Alle immagini si aggiungono quattro modelli in scala 1:50 di boschi verticali – oggi in costruzione – concepiti dallo studio in tutto il mondo seguendo il prototipo milanese, dalla Trudo Vertical Forest di Eindhoven, primo Bosco Verticale realizzato in social housing e oggi costruito, al complesso di Wonderwoods di Utrecht, dalla Torre dei Cedri di Losanna al Bosco Verticale di Tirana.

L’installazione dialoga con il contesto unico e suggestivo del Lingotto e si inserisce nel racconto del connubio tra innovazione e continuità con una lunga storia identitaria che la stessa Casa 500 rappresenta.

Il progetto degli allestimenti di Casa 500 è del team di Lab71 architetti, capitanato dall’arch. Massimiliano Gotti Porcinari. 

La Pista 500, Sky Garden – Oltre 40.000 piante per il giardino sospeso più grande d’Europa

Un susseguirsi di fioriture e di colori a seconda delle stagioni, giochi di fogliami, di luci e di ombre, di pieni e di vuoti, di aromi che s’infondono nell’aria. Il sontuoso giardino pensile de La Pista 500 è tutto questo, nato là dove, un tempo, si provavano le vetture costruite nella fabbrica del Lingotto.  

Il giardino è un grande innesto di natura nella città, un esempio di green architecture realizzato su un edificio simbolico per Torino e per la sua storia, ora fruibile da tutti i cittadini che, qui, possono rilassarsi distaccati dalla metropoli che li circonda. La Pista 500 nasce come uno spazio per tutti.

Ma il progetto de La Pista 500 apre anche una nuova strada all’archeologia industriale, diventando esempio di cultura naturalistica, che accoglie e interpreta i valori ambientali più attuali: dall’ecologia al risparmio energetico, alla componente sociale.

Opera dell’architetto Benedetto Camerana, con la collaborazione specialistica di Cristiana Ruspa dello Studio Giardino segreto per la parte botanica, il progetto si distribuisce lungo tutto l’anello di 1,2 km, ma non si esaurisce nella semplice creazione di un grande giardino a 28 metri di altezza. La storia del luogo viene, infatti, salvaguardata e rielaborata, e oggi l’antica pista rivive, percorribile esclusivamente da veicoli a propulsione elettrica, oltre che da biciclette e monopattini: un unicum nel suo genere.

La Pista 500

Numerosi spazi

Come i giardini barocchi erano progettati secondo aree tematiche, anche questa versione contemporanea segue la stessa logica, proponendo numerosi spazi, uno diverso dall’altro: dalla meditazione allo yoga, dalla pista per la corsa all’area fitness, dalle infografiche sul paesaggio e sui monumenti della città, agli spazi per l’arte, in cui sono attualmente ospitate in anteprima anche 9 grandi sculture di alcuni dei massimi scultori del Novecento, anticipazione della mostra temporanea “Fondazione Maeght. Un atelier a cielo aperto” che si terrà alla Pinacoteca Agnelli a partire dal 15 ottobre.

A queste zone si aggiungono le cinque aree tematiche in cui sono suddivise, a loro volta, le specie botaniche autoctone: “noccioleto”, “piante didattico-tintorie”, “piante edibili”, “erbacee arbustive” e “meditazione”.

Riguarda la conferenza stampa di Stellantis

Ultima modifica: 23 settembre 2021

In questo articolo