Fiat 500 elettrica, iniziato l’assemblaggio a Mirafiori

750 0
750 0

Il momento di Fiat 500 elettrica sta per arrivare. Il 3 marzo la citycar BEV torinese sarà presentata al Salone di Ginevra.

Fiat 500e

A Mirafiori storico stabilimento del Gruppo, è già iniziato l’assemblaggio delle modello. Per la precisione delle 500 elettriche di pre-serie: quello dei modelli di produzione comincerà a giugno, in vista del lancio commerciale il 4 luglio, storico compleanno di Fiat 500, nata nel 1957.

Battery Hub a Mirafiori, la fabbrica di batterie FCA per l'elettrificazione

Lo stabilimento “Fiat Mirafiori” ha dato i natali a molti modelli celebri del Marchio. Tra questi: Topolino, 1100, 600, 500, 850, 127, 131, Panda, Uno, Croma, Punto, Multipla, Grande Punto. Ma anche altre auto celebri, come Lancia Thema, Y10, Alfa Romeo 166 e MiTo e dal 2016 Maserati Levante.

Saranno 1.200 le persone impegnate sulle linee di Fiat 500 elettrica, per un potenziale di 80.000 vetture prodotte l’anno. Mirafiori, con l’altro impianto torinese di Grugliasco, sarà il polo principale della elettrificazione di FCA.

Un centro nevralgico che coinvolgerà circa 20.000 lavoratori; 70.000 con l’indotto. Parte del piano da 5 miliardi di investimenti di FCA entro il 2022, con in programma 13 modelli e 12 versioni elettriche.

Maserati Ghibli ibrida al Salone di Pechino

Grugliasco ad esempio ha iniziato la produzione di Maserati Ghibli ibrida. Sempre a Mirafiori nasceranno le Maserati GranTurismo e GranCabrio 100% elettriche. Al Mirafiori Trasmission Plant l’obiettivo è di arrivare a produrre 350.000 cambi a sei marce l’anno.

Nei piani c’è lo strategico Battery Hub, per produrre gli accumulatori per le Maserati. Il totale degli investimenti a Torino è di 2 miliardi di euro e anche per Grugliasco e Mirafiori la piena occupazione è stata indicata per il 2022.

Le parole di Pietro Gorlier, il direttore operativo Emea di Fca

I nuovi progetti nell’area della sostenibilità e i traguardi operativi fino ad ora raggiunti sono la dimostrazione che FCA continua a rafforzare le proprie fondamenta grazie al contributo delle persone che ci lavorano. E alle sue eccellenze. Attraverso il lancio dei nuovi prodotti e a questi innovativi progetti per l’elettrificazione, il 2020 sarà un anno estremamente importante per il futuro del Gruppo”. 

Pietro Gorlier, Chief Operating Officer EMEA
Pietro Gorlier, Chief Operating Officer EMEA

Ultima modifica: 28 febbraio 2020