Ferrari 488 Challenge Evo, pronta per la pista

477 0
477 0

Coppia speciale, ecco la Ferrari 488 Challenge Evo dopo la 488 GT3 EVO. La seconda Rossa da corsa, in questo caso dedicata al campionato monomarca,  è stata presentata anch’essa alle Finali Mondiali Ferrari del Mugello.

La nuova versione, il cui kit è utilizzabile da tutte le 488 Challenge già utilizzate dai clienti, punta a offrire una migliore performance. E un piacere di guida superiore. Una 488 Challenge più efficiente in pista, ma più appagante per i clienti-piloti della vettura del Cavallino.

Tutta la vettura è stata ottimizzata. 488 Challenge Evo  raggiunge questi obiettivi massimizza la sinergia tra aerodinamica e dinamica, l’interazione tra pneumatici, bilanciamento del downforce e controlli elettronici.

Superiori prestazioni sono permesse dall’incremento del carico verticale aerodinamico e dal nuovo sviluppo degli pneumatici Pirelli. Il piacere di guida è stato migliorat  attraverso sessioni al simulatore di guida GT. La parte anteriore è stata ottimizzata del 30%.

E’ stato ottimizzato il bilanciamento aerodinamico tra gli assi, che è stato spostato in avanti al fine di favorire la prontezza di inserimento e la riduzione del sottosterzo in uscita di curva. Questo grazie al “dialogo” con i sistemi di controllo E-Diff3 e F1-TCS basati sul Side Slip Control (SSC), i quali offrono nuove tarature. 488 Challenge Evo entra più precisa in curva ed esce con una migliore trazione.

Nuove scarpe da Pirelli

C’è una retro-camera che comincia cosa succede alle spalle in gara. Retaggio delle serie specialissime FXX assieme al nuovo volante. Nuovi anche i pneumatici Pirelli (misure 275/675-19 davanti e 315/705-19 dietro), che garantiscono maggiori performance e durata.

Ultima modifica: 28 ottobre 2019

In questo articolo