Felipe Massa, la storia del pilota che approda in Formula E

199 0
199 0

Felipe Massa trentasette enne è un pilota brasiliano, noto ai più come ex Ferrari. Da pochi mesi ha lasciato il team Williams e la Formula 1, annunciando un nuovo accordo con Venturi per gareggiare nelle prossime tre stagioni in Formula E.

Dopo aver testato, la VFE 05 dichiara la sua gioia ai media, e sui suoi social appare felice di iniziare una nuova avventura e di partecipare alla prossima stagione della FIA Formula E.

Ma conosciamo meglio questo pilota.

Felipe durante la sua lunga carriera arrivò a sfiorare un mondiale e vinse per ben undici volte con il team Ferrari lasciando pertanto un segno indelebile nella F1. Fu soprannominato “ l’uomo che visse due volte” , la sua vita è costellata di cambiamenti che gli hanno rivoluzionato anche la carriera.

Massa arrivò nel team Ferrari con Schumacher, fu ingaggiato per sostituire Rubens Barrichello. Il primo anno si fece notare vincendo tre gare e via via sempre meglio. Passa alla storia la sua gara in Ungheria, nel 2008, quando la sua F60 va dritta contro le barriere. Rivendendo a rallentatore le immagini dopo l’impatto si nota che una molla dalla forma cilindrica dopo aver colpito l’asfalto centra il pilota direttamente in testa.

Felipe a quel punto perde conoscenza prima dell’impatto. Il pilota è soccorso d’urgenza e portato in elicottero in ospedale nella capitale.

La situazione è gravissima. Massa però è un guerriero e, infatti, lo palesa riprendendosi in tempi record. Tornerà in pista in poco tempo, e già nel 2009 ad Abu Dhabi durante l’ultima giornata della stagione lo rivedremo alla guida. Il pilota afferma che dell’incidente lui non ricorda nulla. In seguito la sua vita e la sua carriera F1continuano con successo ancora per molti anni.

Come ogni pilota anche lui ha un suo luogo del cuore, il suo circuito preferito è senza dubbio il Bahrain, questa fu la pista che per lui fece la differenza.

Salutò la Ferrari da vincente con numerosi podi, amici e tifosi italiani, per andare a concludere la sua carriera in Williams. Il suo ultimo podio lo conquistò a Monza nel 2015 salendo sul terzo gradino.

Nel 2017 però ricompare sulla scena, come  tutor a Lance Stroll. Al termine della stagione appenderà realmente e definitivamente il casco al chiodo senza festeggiamenti solenni e grande rumore.

L’uomo che gareggiò due volte e si ritirò due volte , scrisse la stampa di lui, più di così questo pilota non avrebbe davvero potuto fare!

 

 

 

 

Ultima modifica: 18 giugno 2018