FCA sul mercato europeo, Alfa Romeo traina il Gruppo con un +20%

1027 0
1027 0

Ottobre di crescita per Fiat Chrysler Automobiles: 76.300 le vetture immatricolate, in aumento dell’1,5 per cento rispetto allo stesso mese di un anno fa.
Decisamente positivo il saldo nel progressivo annuo: quasi 907.800 le registrazioni nei primi dieci mesi del 2017, il 7,6 per cento in più rispetto all’anno scorso in un mercato che cresce solo del 3,8 per cento. La quota di FCA è del 6,9 per cento, 0,3 punti percentuali in più nel confronto con il 2016.

Fiat Chrysler Automobiles aumenta le vendite – sia in ottobre sia nel progressivo annuo – con valori superiori alla media del mercato in Francia (+14,6 per cento nel mese e +12,3 per cento nell’anno) e in Spagna (+19,5 per cento a ottobre e +15,8 per cento nei primi dieci mesi del 2017).

Alfa traina il Gruppo

In ottobre le immatricolazioni di Alfa Romeo in Europa sono quasi 6.500, il 20,3 per cento in più rispetto all’anno scorso, per una quota stabile allo 0,5 per cento.
Nei primi dieci mesi dell’anno le Alfa Romeo registrate in Europa sono quasi 72.500, il 34,4 per cento in più rispetto al 2016: si tratta, in assoluto, della più elevata percentuale di crescita del mercato europeo. Cresce anche la quota di mercato, passando dallo 0,4 allo 0,5 per cento.

Le vendite del marchio in ottobre crescono in quasi tutti i principali mercati con valori sensibilmente maggiori rispetto alla media del mercato: in Italia (+10,3 per cento), in Francia (+27,9 per cento), nel Regno Unito (+29,1 per cento) e soprattutto in Spagna (46,6 per cento). Altrettanto positivi i risultati nel progressivo annuo: in Italia +27,7 per cento, in Germania +49,3 per cento, in Francia +32,4 per cento e in Spagna +35,7 per cento.

A far crescere l’Alfa Romeo sono ovviamente la Stelvio e la Giulia: la prima immatricolata in quasi 12.800 esemplari nel 2017 (non era a listino l’anno scorso), la seconda in oltre 20.100, ben il 200,9 per cento in più rispetto al 2016.

Il marchio Fiat registra in ottobre 54.750 vetture, per una quota del 4,5 per cento.
Nei primi dieci mesi del 2017, Fiat ha immatricolato oltre 684.300 vetture (il 7,5 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con un risultato superiore alla media del mercato) e la quota è stata del 5,2 per cento, in crescita di 0,2 punti percentuali.

Tra i risultati del brand sono da segnalare gli aumenti di immatricolazioni nel progressivo annuo in Germania (+12,4 per cento), in Francia (+11,6 per cento) e in Spagna (+14,5 per cento), in tutti i casi con crescite sensibilmente migliori in confronto a quelle ottenute dal mercato. Inoltre, ottobre è molto positivo in Spagna: le vendite Fiat registrano un aumento del 15,8 per cento in un mercato che cresce del 13,7 per cento.

Il marchio Fiat domina le vendite del segmento A, con Panda e 500 al primo e al secondo posto tra le vetture più vendute in ottobre e nell’anno: insieme raggiungono una quota del 29,8 per cento nel mese e del 29,5 per cento nell’anno. In ottobre le vendite della Panda crescono del 9,7 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno scorso mentre quelle della 500 registrano un aumento nel progressivo annuo del 5,7 per cento. 500X resta stabilmente tra le cinque vetture più vendute del suo segmento, ed è positivo il risultato della Tipo, le cui vendite in ottobre aumentano del 18,1 per cento rispetto all’anno scorso. Da segnalare anche il risultato della 124 Spider, che con oltre 7.300 immatricolazioni aumenta le vendite nell’anno del 144,2 per cento.

Lancia/Chrysler immatricola in Europa a ottobre oltre 4.500 vetture, per una quota dello 0,4 per cento.
Nei primi dieci mesi del 2017 Lancia registra 53.700 vetture e anche in questo caso la quota è dello 0,4 per cento. In Italia, mercato di riferimento per Lancia, la Ypsilon si conferma auto molto apprezzata dalla clientela: in assoluto è la seconda vettura più venduta del mese e la prima del segmento B, con una quota del 12 per cento.

Jeep cresce ancora

Jeep chiude anche ottobre con segno positivo nelle vendite: oltre 9.700 le immatricolazioni (+20,4 per cento) con quota allo 0,8 per cento, in crescita di 0,1 punti percentuali. Nel progressivo annuo le registrazioni Jeep sono quasi 88.700, con un incremento dello 0,3 per cento e con la quota stabile allo 0,7 per cento.

Il marchio è cresciuto in ottobre con valori superiori alla media del mercato in Francia (+26,2 per cento), in Spagna (+35,9 per cento) e soprattutto in Italia: 47,2 per cento. Nel progressivo annuo cresce sensibilmente in Italia (+18,2 per cento), in Francia (+4,5 per cento) e in Spagna (+24,0 per cento).

La Renegade – sempre stabilmente tra le top ten europee del suo segmento – continua a trainare i risultati del marchio: ne sono state immatricolate oltre 5.400 in ottobre e quasi 62.200 nel progressivo annuo. Reciteranno presto un ruolo da protagonista nelle vendite di Jeep altri due importanti modelli del marchio: il nuovo Compass – che a pochi mesi dal lancio sta già scalando le classifiche di vendita della sua categoria – e la Wrangler, vera icona Jeep, annunciata in anteprima mondiale il prossimo 29 novembre al Salone di Los Angeles.

Il marchio di lusso Maserati ha immatricolato 810 vetture a ottobre e 8.337 nei primi dieci mesi del 2017.

Ultima modifica: 17 novembre 2017