FCA e il cambio automatico. Le preferenze auto degli italiani cambiano?

2654 0
2654 0

FCA e il cambio automatico. Una nuova tendenza? O resisterà il classico “italiani popolo di smanettoni”?. Il cliché è vecchio e logoro ma ancora attualissimo.  A oggi l’80% degli automobilisti di casa nostra preferisce il cambio manuale. La classica cloche da manovrare con mano e orecchio sensibile, seguendo le sonorità del motore. Un modo per sentirsi davvero padroni dell’auto e disegnare la guida sulle diverse tipologie di percorso.

E’ innegabile però che il cambio automatico stia guadagnando fette di mercato sempre più larghe. Questo grazie a modelli sofisticati e precisi e alle modalità di guida soft proposte dalle auto di alta gamma (segmenti E ed F), dove la percentuale di automatici sale fino al 90%.

Il salto di mentalità, l’epocale passaggio del guado, può arrivare solo quando le vetture medie e piccole riusciranno a convincere il grande pubblico sulla reale convenienza del cambio automatico, giocata su due livelli. La tranquillità di guida nel traffico urbano, senza doversi occupare di continui cambi di marcia. E il risparmio di carburante, legato all’elasticità dei rapporti che non fanno mai salire troppo in alto i giri del motore.

In questa sfida tra  tradizione e innovazione, scende in capo anche FCA con una iniziativa singolare. Fino al 31 maggio su sei modelli della gamma (Giulietta, Fiat Tipo, Jeep Renegade, 500 X, 124 Spider e 124 Abarth) il cambio automatico sarà offerto allo stesso prezzo del manuale.

FCA e il cambio automatico, un bonus da 2.000 euro

In soldoni si tratta di uno sconto che vale circa 2mila euro e l’offerta contempla trasmissioni davvero moderne ed efficienti. Il DCT a 6 rapporti, montato su Tipo e Giulietta, è un modello a doppia frizione che rende minimi i tempi di cambiata e consente scalate soffici e naturali. Su Renegade e 500X è stato scelto uno ZF a 9 marce ad elevatissima tecnologia. Mentre lo ZF a 8 marce è stato adottato solo sulle top di gamma. Ovvero Alfa Romeo Giulia e Stelvio, perché sa amministrare al meglio la potenza traboccante del motore longitudinale.

L’offerta FCA segna così anche un’indicazione culturale precisa. Un nuovo gradino verso la rivoluzione automatica. Se quel 20,4% di automobilisti che hanno rinnegato il manuale dovesse crescere, anche questa operazione avrà messo un mattone importante.

Ultima modifica: 22 maggio 2017