FCA e Diesel, i segreti sul futuro delle auto a gasolio

16910 0
16910 0

FCA e Diesel, una storia che è diventata complicata. Le rivelazioni di Financial Times nei giorni scorsi hanno scosso l’opinione pubblica. Il motore a gasolio, specialmente nel mercato italiano, è ancora largamente dominante. Più che la boutade di Virginia Raggi, sui Diesel fuori da Roma nel 2024 (quando non sarà più sindaco ….) ha pesato il verbo di Sergio Marchionne.

FCA e Diesel, il 1° giugno sarà svelato il futuro

La certezza è che il 1° giugno a Balocco l’ad di Fiat Chrysler Automobiles illustrerà il piano industriale 2018-2022 del Gruppo. E’ chiaro che indicherà quali prossimi alla produzione alcuni modelli elettrificati (mild-hybrid, full hybrid o plug-in hybrid) e probabilmente anche elettrici. Se i rumors sono trapelati e poi è arrivato anche il pezzo di FT, significa che FCA è pronta per entrare in un mondo che le era quasi estraneo. I passi in avanti sono stati fatti.

Funerale Diesel? No, ma forbice sì

E il Diesel? Marchionne ha lasciato intendere che rimarrà nei veicoli commerciali, dove attualmente copre quasi tutta la richiesta. Ma adattare i motori a gasolio alle norme (opinabili) imposte dalla UE per il 2020 sarebbe troppo oneroso. Specialmente in una prospettiva, già reale, di calo dei prezzi delle batterie.

FCA e Diesel, i segreti del futuro delle auto a gasolio

Il Diesel non sparirà, diminuirà progressivamente l’offerta di questi motori. Che rimarranno più a lungo su veicoli più voluminosi o cui è richiesta una buona autonomia, come i SUV (come farà Porsche con Cayenne e Macan, ad esempio).

Ok le auto ibride, ma quanto consumano davvero?

E ovviamente cresceranno le gamme di auto elettrificate o elettriche. Che, al contrario di oggi, costeranno meno nella produzione. Da vedere poi quanto effettivamente inquineranno le auto ibride col nuovo ciclo di omologazione dei consumi ed emissioni WLTP, molto meno “generoso” dell’attuale NEDC con le vetture green, che alla prova reale della strada hanno dimostrato (tutte) di consumare (e di inquinare) molto di più del dichiarato. E anche quanto realmente aumenterà l’autonomia delle elettriche, che anche nelle vetture più efficienti (500 km) rappresenta la metà rispetto a quella delle più efficaci auto a gasolio.

Resta anche l’ultimo punto. Il Diesel è sempre stato un’eccellenza europea, anche di FCA, che ha inventato l’iniezione common rail. Il Vecchio Continente lascerà il suo scettro senza battersi?

Ultima modifica: 1 marzo 2018