FCA riapre impianto a Detroit per produrre la nuova Jeep Grand Cherokee

430 0
430 0

La nuova Jeep Grand Cherokee, in arrivo fra il 2020 e il 2021, sarà assemblata a Detroit. FCA riattiverà infatti l’impianto di Mack Avenue che una volta produceva i motori. Il SUV nascerà quindi nel cuore della Motown, nello stabilimento che era inattivo dal 2012. L’impianto verrà riconvertito e la stessa sorte toccherà a quello di Jefferson North dove Grand Cherokee era precedentemente assemblato. Con questa novità verranno creati 400 posti di lavoro a Detroit.

Secondo quanto riporta il Detroit News, la nuova Grand Cherokee dovrebbe arrivare in tempo per essere etichettata MY2021. Una delle novità di questa nuova Jeep è rappresentata da una terza fila di posti nell’abitacolo. Nonostante questa modifica, nella gamma sarà comunque collocata al di sotto dei grandi SUV Wagoneer e Grand Wagoneer.

Seguendo il piano quinquennale di FCA che porrà grande attenzione all’elettrificazione, Grand Cherokee sarà disponibile anche con powertrain ibrido plug-in. Inoltre sarà dotata di tecnologie di guida autonoma esattamente come le sorelle maggiori Wagoneer e Grand Wagoneer. Secondo il programma FCA fino al 2022, è previsto il lancio di due nuovi modelli all’anno. Nel 2022 ci saranno 10 modelli ibridi plug-in e 4 puramente elettrici. Le versioni elettrificate saranno disponibili come opzione su ogni modello dal 2021. Nello stesso anno, la tecnologia di guida autonoma sarà offerta al livello 3.

Ultima modifica: 7 dicembre 2018