F1, nel 2018 Vettel o Alonso in Mercedes con Hamilton?

994 0
994 0

Tocca al finlandese colmare il vuoto lasciato dal campione del mondo Nico Rosberg. Mentre, alla maniera di Frank Sinatra, che diede l’addio al palcoscenico almeno diciotto volte, il prode Felipe Massa si rimangia immediatamente i propositi di ritiro e torna a calarsi nell’abitacolo della Williams, che affiancherà il vegliardo brasiliano al baby canadese Stroll.

Completa la…partita di giro l’ufficializzazione del passaggio del tedesco Wehrlein alla Sauber: il giovanotto, prodotto della scuola Mercedes, aveva sperato nel posto accanto ad Hamilton dopo l’esperienza acquisita in Manor ma a Stoccarda hanno preferito andare sul sicuro. Funzionerà? A parole sì, nel senso che ovviamente Bottas è felicissimo («Ho sempre pensato di poter correre per vincere i Gran Premi e adesso ne avrò finalmente l’occasione»), la scuderia iridata festeggia («Abbiamo compiuto la scelta giusta, Rosberg rimane nei nostri cuori e ha accettato il ruolo di ambasciatore del team ma la vita continua») e l’ex ferrarista Massa si gode il premio della… incoerenza («Ero sincero quando avevo deciso di smettere però alla Williams non potevo opporre un rifiuto»). Ora, la parola passa alla pista.

Un anno solo. L’impressione è che Hamilton sia il vero vincitore. Nel senso che Lewis aveva incassato molto male la sconfitta nell’ultimo campionato e ancora meno aveva digerito la… fuga di Rosberg, andato in pensione pur non di concedergli l’agognata rivincita. Il Re Nero era anche molto irritato con la Mercedes per certi episodi del 2016: dargli un partner come Fernando Alonso o addirittura come Seb Vettel rischiava di suonare alla stregua di una provocazione, nonostante Lewis a parole avesse manifestato la sua totale disponibilità per qualunque soluzione. Comunque, pare che Bottas abbia firmato per un anno solo e nel 2018 sia Alonso che Vettel saranno liberi… Nel 2017 Hamilton sarà il capitano unico delle Frecce d’Argento.

Dovesse patire la concorrenza interna di Bottas, forse sarebbe il caso di rivedere il giudizio sul suo talento. Ma, con rispetto parlando, non credo possa accadere. Il finnico, classe 1989, è in Formula Uno dal 2013. Ha disputato 78 Gp con la Williams. E’ salito sul podio nove volte. E’ veloce, ma non è che nel confronto con il vecchio Massa abbia strabiliato. C’era chi avrebbe voluto portarlo in Ferrari, un paio di anni fa, ma per fortuna Sergio Marchionne e Maurizio Arrivabene non ne vollero sapere. Staremo a vedere cosa combinerà accanto a un fuoriclasse come Hamilton.

Il resto. Esaurite così le formalità di mercato, con il rischio di perdere per strada una scuderia (la Manor è in odor di bancarotta), la Formula Uno ora aspetta di conoscere le nuove macchine, figlie di regolamenti che imporranno l’utilizzo di gomme larghissime. Tra meno di quaranta giorni si alzerà il velo sulla Ferrari (24 febbraio), poi inizieranno i test precampionato. Il mondiale 2017 scatta alla fine di marzo sul tracciato di Melbourne, in Australia.

Ultima modifica: 7 febbraio 2017


Partecipa alla conversazione