Sempre più Ducati in Cina. 53.183 la vendite mondiali nel 2019

641 0
641 0

Si è chiuso con 53.183 moto consegnate im novanta Paesi, in leggera crescita rispetto alle 53.004 dell’anno precedente, l’esercizio 2019 di Ducati. A trainare le vendite delle Rosse di Borgo Panigale, spiega la casa bolognese in una nota, la ‘Panigale’ che, con 8.304 modelli, mantiene il primato conquistato nel 2018 e si conferma la supersportiva più venduta, con una quota di mercato pari al 25%.

L’Hypermotard 950 e il ‘Diavel 1260’, due delle novità proposte per il 2019, hanno raggiunto rispettivamente le 4.472 e 3.129 moto vendute, raddoppiando globalmente i volumi registrati nel 2018 dalle precedenti versioni.

Claudio Domenicali con Ducati Panigale V4 R

Le parole di Claudio Domenicali, ad Ducati

«Il 2019 è stato un anno impegnativo ma anche gratificante. Lavoriamo perché Ducati diventi il marchio motociclistico più desiderato al mondo e i risultati che stiamo ottenendo, lo sviluppo della gamma e le risposte del mercato, confermano che siamo sulla strada giusta».

A livello geografico l’Italia si conferma il primo mercato a livello mondiale per il marchio, con 9.474 unità ed un +3% sul 2018 e un +20% nell’ultimo triennio.

Negli Stati Uniti, in un mercato difficile che conferma un trend negativo con un -7% rispetto al 2018, le consegne Ducati sono state pari a 7.682 moto, in calo solo del 2%.

Robusto l’incremento in Brasile (+20%), Spagna (+10%) e Francia (+8%).

Ducati Streetfighter V4 eletta moto più bella a EICMA 2019 9
Streetfighter V4

Ducati in Cina

La Cina, con 3.200 moto vendute (+12%) diventa il quinto mercato per Ducati. Nel 2020 appena iniziato, arriverà nelle concessionarie la nuova ‘Streetfighter V4’ mentre Scrambler, che ha già presentato la nuova 800 Dark ad Eicma, vedrà l’arrivo di un ulteriore nuovo modello nel corso dei prossimi mesi.

Ultima modifica: 15 gennaio 2020

In questo articolo