Dodge Challenger SRT Hellcat Redeye: posseduta dal… Demon

1252 0
1252 0

Dodge ha sfornato un’altra belva selvaggia nella famiglia Challenger SRT. Mandata in pensione la Demon, la supercar che impenna, ecco che arriva la Hellcat Redeye. Letteralmente “occhio rosso”, come quando si è posseduti dal demonio. Così è riuscito facile il gioco di parole del claim al lancio del nuovo modello, fra la vecchia Demon e la nuova Redeye.

Anche quest’ultima è nata per stupire, sul piano delle prestazioni. Ora che la Demon è andata in pensione, quello della Redeye è il motore V8 più potente al mondo fra le auto da produzione. Il 6.2 litri HEMI sovralimentato eroga infatti 808 cavalli. Dodge sostiene che la Redeye sia la muscle car più veloce con un’accelerazione 0-60 miglia l’ora in 3,4 secondi.

Gli altri dati snocciolati fanno impressione. Con 326 km/h si tratta della GT più veloce del mondo. La distanza di un quarto di miglio (402 metri) viene percorsa in 10,3 secondi ai 210 km/h. Rispetto alla Demon, la Redeye utilizza il più grande turbocompressore della Casa: 2,7 litri contro i 2,4 della Demon. Più alto anche il limitatore: 6.500 giri contro 6.200.

Un dato tecnico strabiliante riguarda i consumi. Alla massima potenza, il serbatoio della Redeye si può svuotare in meno di 11 minuti. Questo non deve spaventare chi è intenzionato ad acquistarla. In condizioni di marcia normale, i consumi sono di 22 miglia per gallone. Anche la Hellcat standard ha ricevuto un aumento di potenza, salendo a 727 cavalli.

Ultima modifica: 29 giugno 2018

In questo articolo