Diess «Volskwagen lavora per l’auto compatta elettrica da 20.000 euro»

824 0
824 0

Una piccola auto elettrica a un prezzo accessibile rappresenta uno dei rebus dei prossimi anni per tutti i Costruttori. Il programma di Volkswagen dovrebbe puntare alla futura, se il nome sarà confermato, ID.1, l’elettrica del popolo da 20.000 euro. O perlomeno annunciata come tale.

Un tale prezzo, superiore del 40% alle utilitarie a motore endotermico sul mercato, potrebbe sembrare non a buon mercato, ma con le auto a batterie, in particolare modo quelle compatte, uno degli ostacoli principali è quello di limitare i costi. Chi riuscirà a produrla, con margine per guadagnarci come giusto che sia, si prenderà un gran vantaggio.

Volkswagen, il concept ID.Life

 

Il piano è questo, lo ha confermato Herbert Diess, amministratore delegato del Gruppo sulla piattaforma Reddit. “Il costo è una sfida, ma abbiamo progetti per EV da 20.000 euro per i segmenti d’ingresso della gamma a batterie”.

Dovrebbe trattarsi di una evoluzione ID.Life, concept presentata al Salone di Monaco. Il nome della piccola non è ancora stato deciso, perché la data inizialmente indicata è stata il 2025. Ma non confermata per l’arrivo ufficiale.

Una compatta di circa 4 metri, non una citycar

Modello di ingresso della gamma non si signifca che si tratterà di una citycar, come VW up! o Fiat Panda per intenderci. La piccola elettrica di VW sarà una segmento B, quindi lunga poco più di 4 metri. Con dimensioni simili a quelli della attuale Polo (4,07 metri). Auto popolare, ma non con ingombri da piccola come la intendiamo noi, anche se con spazio da grande, come permettono le piattaforme elettriche, per VW sarà la MEB. L’abitabilità potrebbe essere paragonabile a quella di una Golf.

Probabile che l’autonomia dichiarata. considerando anche le evoluzioni delle batterie,s sarà intorno ai 400 km. Le potenze dei modelli di accesso non saranno certo come i 234 cavalli della concept ID.Life.

Durante l’incontro online Diess ha commentato come interessante la proposta di un pick-up elettrico per il mercato americano, ma soprattutto ha indicato la tecnologia Lidar, non utilizzata da Tesla, quale unica risorsa affidabile per arrivare alla guida assistita di livello 3, dichiarando però che i tempi per la realizzazione non sono strettissimi. VW non ha i tempi stretti di Elon Musk.

Leggi ora: Totti testimonial delle Volkswagen elettriche, ambasciatore della gamma ID

Ultima modifica: 18 febbraio 2022

In questo articolo