DDL Concorrenza, le novità per assicurazioni auto, taxi e colonnine di ricarica in autostrada

898 0
898 0

Il DDL (disegno di legge) sulla concorrenza, approvato dal Consiglio dei ministri, porta molte novità nel mondo dell’auto. Ci sono 32 articoli e soprattutto alcuni temi sono cruciali per gli automobilisti. Di oggi e di domani.

assicurazione auto scaduta

La novità più importante è quella che compete l’obbligo del risarcimento diretto della RC Auto. Che attualmente esclude, eccetto la adesione volontaria, le assicurazioni che operano in Italia e hanno sede all’estero. Una complicazione non banale.

Ora il disegno di legge lo estende  tutte le compagnieCome funziona: il risarcimento diretto, in vigore dal 2007, prevede che l’intestatario che subisce un danno o incidente in auto non è risarcito dalla compagnia che assiste il responsabile del sinistro, ma direttamente dalla compagnia: un passaggio in meno. Fisicamente l’assicurazione di chi ha subito il sinistro riceverà il rimborso da quella di chi ha provocato l’incidente.

HPC in autostrada

Ricarica veloce in autostrada

Il DDL prevede anche gare per l’installazione delle colonnine di ricarica in autostrada, le tanto attese HPC. Per recuperare l’autonomia delle batterie delle auto elettriche in poche decine di minuti.

Più complessa la questione per la riforma del servizio pubblico non di linea, con la possibile introduzione, dei ride hailing, ovvero con autista via app, Uber e similari.

L’obiettivo è questo  “L’adeguamento dell’offerta di servizi alle nuove forme di mobilità che si svolgono mediante applicazioni web che utilizzano piattaforme tecnologiche per l’interconnessione dei passeggeri e dei conducenti”. L’obiettivo è quello di “tutela del consumatore nella fruizione del servizio, al fine di favorire una consapevole scelta nell’offerta”, che nella sostanza significa un sistema di prezzi e tariffe chiaro e omologato. I tassisti si mettono di traverso, come era prevedibile. La questione sarà lunga.

taxi
taxi

Ultima modifica: 5 novembre 2021