Designer e progettisti del futuro studiano alla Dallara Academy

486 0
486 0

E’ un ponte per il futuro, un lascito di passione e tecnologia quello che l’ingegner Giampaolo Dallara (foto) ha voluto fare come atto di riconoscenza alla sua terra. La Dallara Academy, nel cuore delle colline parmensi a Varano de’ Melegari, è molto più della suggestiva esposizione delle vetture da corsa delle più svariate categorie che negli ultimi 46 anni sono state concepite e realizzate qui.

Giampaolo Dallara
Giampaolo Dallara

Ingloba infatti al suo interno le nuove aule che ospitano i corsi della laurea specialistica in «Race Car Design» delle Università del Muner Emilia-Romagna, oltre a spazi didattici per i più giovani, che tra un bolide e l’altro potranno gustare la magia della tecnica.

«Il nostro mestiere di progettisti muta con una velocità incredibile – dice Dallara, 81 anni – al punto che l’unica sua costante è per l’appunto il cambiamento. Abbiamo voluto che questo nuovo spazio fosse aperto alla comunità, perché è con il confronto, la discussione e la formazione che si può crescere. Essere circondati da professori e giovani ci dà garanzie in questo senso».

L’età media di chi lavora alla Dallara è di 34 anni. Nella sede immersa nella quiete, a pochi metri dalla Academy, prendono forma tutte le vetture attualmente impegnate nei campionati di IndyCar, IndiLights, F2 e Gp3. Oltre a buona parte di quelle di F3.

Dalla Stradale, l’auto da corsa per… tutti i giorni

Dallara Stradale
Dallara Stradale

Sui circuiti di tutto il mondo gareggiano circa 300 monoposto realizzate a Varano de’ Melegari. E pilotava una di queste Sophia Floersch, la giovanissima tedesca che si è miracolosamente salvata nello schianto di novembre a Macao. «L’azienda, per essere innovativa, deve essere aperta – rimarca l’amministratore delegato di Dallara, Andrea Pontremoli –. L’integrazione dei corsi degli Atenei del Muner con dieci aziende di eccellenza della Motor Valley dell’Emilia-Romagna è qualcosa di inedito e anzi unico. Visto che gli studenti avranno a disposizione gli strumenti tecnologici e i docenti propri di queste realtà produttive nel corso della loro formazione».

Dallara Academy
Dallara Academy

Dallara, l’uomo delle auto da corsa e delle sportive stradali

«Non ho mai avuto paura di ispirarmi ad altri. – Dice l’ingegner Dallara. Che da giovanissimo diresse la progettazione della Lamborghini Miura. Per poi passare a Ferrari, Maserati e De Tomaso prima di fondare la sua azienda –. Con questa struttura abbiamo aperto un nuovo ciclo. E tra cinque anni vedremo che cosa avrà portato».

L’Academy, opera architettonica dell’Atelier Alfonso Femia, dialoga con il paesaggio. Grazie alle sue forme dinamiche e ai materiali d’avanguardia. All’inaugurazione non ha voluto mancare anche Alex Zanardi. Che proprio con le handbike realizzate da Dallara conquista vittorie su vittorie nella sua “seconda vita” di campione. Dona l’oro olimpico di Rio all’ingegnere, che si commuove. E l’Academy, ancor più di prima, si riempie di emozione e di senso.

Paolo Grilli

Dallara Academy
Dallara Academy

Ultima modifica: 7 gennaio 2019