Dacia Duster, in arrivo il mild hybrid. Ibrido leggero e low cost

689 0
689 0

La corsa al ribasso delle emissioni coinvolge tutti i Costruttori auto. L’elettrificazione pare obbligata, anche se comporta un aumento, certamente non marginale, del costo delle vetture.

Anche Dacia, inizialmente Marchio alfiere del low-cost ora sempre sulla breccia per proporre un alto rapporto qualità/prezzo, dovrà sottostare a quello che sembra un imperativo.

Dacia Duster sul 4x4 arriva il 1.3 turbo benzina TCe

Dacia starebbe pensando a un Duster mild hybrid, per abbassare il livello di emissioni medio della gamma e non incorrere nelle multe a partire dal 2020 (per chi supera i 95 g/km di emissioni di CO2). Questo secondo l’autorevole Automotive News.

Duster GPL, la prova su strada di QN Motori

Il dubbio per Dacia, resta. Mettere sul mercato modelli ibridi comporterebbe un aumento dei costi di produzione e un calo dei ricavi. Le sanzioni che arriverebbero però, stimane in circa 450 milioni di euro per il 2020, sarebbero pesanti, cancellando i profitti.

Ibrido leggero e low cost su motori Clio e Captur

Dacia Duster potrebbe quindi arrivare con un ibrido leggero, con un alternatore che unisce le funzioni di tre componenti (motore elettrico, alternatore e motorino di avviamento), fornendo un surplus di potenza in accelerazione e in ripresa.

Dacia Duster Diesel, la prova su strada di QN Motori

Avvalendosi dei propulsori benzina di Clio e Captur. Con un accettabile aumento di prezzo. Cercando di salvare capra e cavoli.

CS – NUOVO DUSTER È ANCORA PIÙ RIVOLUZIONARIO:100% NUOVO, SEMPRE DA 11.900 €!

Ultima modifica: 15 agosto 2019