Crolla del 19% la produzione auto in Germania e torna ai livelli del 1975

671 0
671 0

La produzione auto in Germania nel 2021 calerà del 18%. Una catastrofe. La crisi dei chip costringerà l’industria automotive tedesca, leader in Europa e protagonista mondiale, a fare un passo indietro di 46 anni.

Lo prevede la  VDA (German Association of the Automotive Industry): una calo di quasi un quinto, tornando ai livelli del 1975. Ovvero auasi mezzo secolo fa: Frankfurter Allgemeine Zeitung riporta questo scenario.

 

Sotto la soglia dei tre milioni

Autorevole è la  stima della produzione finale è di 2,9 milioni. Un crollo, perché VDA a inizio anno aveva previsto un aumento del 3% dopo il –24,6% provocato dagli effetti del Covid.

Nella sostanza, uno sprofondo: da 3,5 milioni stimati si è scesi di ben 600.000 unità. Non è la prima volta, in Germania ci sono stati altri quattro grandi crolli della produzione dal dopoguerra (mai due consecutivi, però). E nel giro di quindici anni si è passati dal record 5,75 milioni di veicoli (2006) al picco negativo di quest’anno. Un ritorno alla preistoria.

Leggi ora: annullata l’edizione del 2022 del Salone di Ginevra

Ultima modifica: 7 ottobre 2021