Crisi dei microchip, si impenna il mercato dell’usato

1079 0
1079 0

A partire dai mesi estivi in Italia il numero di auto usate vendute ogni cento auto nuove è molto aumentato, passando da una media di 170 nel primo semestre del 2021 alle 244 che emergono dalla media registrata da luglio a settembre.

Crisi dei microchip, si impenna il mercato dell’usato

Questi dati sono stati elaborati dall’Osservatorio Autopromotec. La causa dell’aumento è da ricercarsi nella crisi dei semiconduttori e dei microchip. La scarsità di materie prime e quindi le mancate forniture di microchip hanno rallentato la produzione di auto nuove, in alcuni casi causando addirittura la chiusura di stabilimenti di produzione. La conseguenza è stata uno spostamento della domanda verso le auto usate, spostamento che ha determinato anche una tensione sui prezzi delle auto usate.

I dati elaborati dall’Osservatorio Autopromotec includono anche gli anni precedenti al 2021.

Da un’analisi relativa al periodo 2016-2020 emerge che vi è stata una certa stabilità nel rapporto tra le vendite di auto nuove e quelle di auto usate, che è durata fino al 2019. Nel 2020, però, ci sono stati dei sostanziali cambiamenti in questa situazione dovuti all’incertezza causata dalla crisi sanitaria e dalle sue conseguenze sull’economia. All’inizio del 2021 la situazione sembrava tornata sui livelli che hanno caratterizzato il periodo 2016-2019, ma la deflagrazione della crisi dei semiconduttori ha causato di nuovo una forte crescita delle vendite di auto usate.

Dell’evoluzione di questa situazione e delle prospettive per il mercato della auto nuove e usate si parlerà ad Autopromotec, la più specializzata rassegna internazionale dedicata all’aftermarket automobilistico, in programma a Bologna dal 25 al 28 maggio 2022.

Ultima modifica: 4 novembre 2021