Coronavirus, per Federpneus e Assogomma si può andare dal gommista

2647 0
2647 0

Le restrizioni per rallentare la diffusione del Coronavirus sono sacrosante. Le necessità vanno rispettate, deve prevalere la questione legata alla salute.

Andare dal gommista è una necessità?

In merito vi proponiamo il comunicato di Federpneus ed Assogomma

Federpneus ed Assogomma hanno emanato oggi un’informativa congiunta. Per rispondere ai numerosi rivenditori che hanno interpellato le associazioni per sapere se il recarsi dal gommista per l’assistenza pneumatici possa essere annoverata tra le “situazioni di necessità” contemplate dai DPCM 8 marzo e 9 marzo u.s.  in materia di COVID 19 per essere autorizzati a circolare.

Federpneus ed Assogomma precisano che su questo, come su altre situazioni, ad oggi, non sono state emanate specifiche circolari Ministeriali di chiarimento. Ed evidenziano tuttavia che allo stato attuale la normativa, pur con alcuni limiti, consente la circolazione stradale dei veicoli.

Premesso questo, l’informativa afferma che essendo illegale oltre che pericoloso circolare con pneumatici lisci, danneggiati, o comunque inidonei, e più in generale con veicoli non in regola e quindi insicuri, si debba ritenere che recarsi dal gommista per la corretta manutenzione dei pneumatici costituisca una delle situazioni di necessità previste dai soprariportati DPCM.

Ovviamente, concludono le due associazioni, laddove intervenissero altre ulteriori restrizioni di carattere regionale o nazionale, le stesse dovranno essere osservate.

Ultima modifica: 11 marzo 2020