Con la formula tutto incluso, il leasing è tra le tendenze italiane

212 0
212 0

Il leasing auto è un fenomeno sempre più in crescita, col quale si indica una tipologia d’acquisto ormai molto diffusa, che unisce i vantaggi di un classico finanziamento ai pregi normalmente riconosciuti al noleggio a lungo termine.

Aumentano a dismisura gli automobilisti che decidono di abbandonare la vettura di proprietà per affidarsi alla formula del leasing “tutto incluso” per i numerosi vantaggi che comporta.

Uno dei punti di forza più apprezzati dai consumatori è rappresentato dalla rata fissa. I clienti si focalizzano soprattutto su servizi comodi, semplici e a basso rischio. Non a caso, tra i servizi più graditi troviamo l’assicurazione RCA, la manutenzione, la copertura danni e il soccorso stradale.

Tra le formule di acquisizione dell’auto, il noleggio a lungo termine è quella senza dubbio più innovativo e non soltanto per le aziende. I privati, anche se non possono godere delle detrazioni e deduzioni fiscali, stanno iniziando ad utilizzare questo sistema e coloro che l’hanno già utilizzato dichiarano di essere soddisfatti e di voler ricorrere alla stessa formula anche in futuro. Ai privati di solito sono offerti contratti di leasing standard, che variano sulla base dell’inclusione o meno delle spese.

I non-clienti, invece, sarebbero disposti ad affidarsi al noleggio solo in base a determinate condizioni. Tra queste, ricodiamo una maggiore chiarezza sulla rata e sulle clausole contrattuali e la possibilità di sospendere il noleggio o di rinviare la rata.

Il noleggio, nato come prodotto destinato unicamente alle aziende, negli ultimi anni ha subito innovative evoluzioni che hanno soddisfatto le esigenze della clientela privata.

L’Aniasa, ovvero l’associazione dei noleggiatori, sostiene che siano circa 25mila le automobili circolanti acquisite tramite noleggio. Il cliente paga un canone mensile per utilizzare l’auto e per poter usufruire di alcuni servizi come il bollo, l’assicurazione, la manutenzione, sia ordinaria che straordinaria; oppure anche la gestione degli pneumatici, il soccorso stradale e, infine, il veicolo sostitutivo. Una volta terminato il noleggio, il privato restituisce l’auto e se vuole ha la possibilità di noleggiarne un’altra con un nuovo contratto. La durata può variare dai 12 ai 60 mesi.

Dal punto di vista dei benefici fiscali, che ricordiamo essere diretti soltanto alle partite Iva e non ai clienti privati, le varie tipologie si equivalgono, perché è stato optato una sorta di equiparazione per non avvantaggiare nessuna formula, tranne per alcuni provvedimenti non strutturali come il superammortamento.

Ultima modifica: 28 giugno 2018