Codacons, aumenti carburanti pesano 352 euro a famiglia

737 0
737 0

Il Codacons, il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, stigmatizza il caro benzina.

I nuovi rincari che si stanno registrando presso i distributori di carburanti portano oggi un pieno di benzina a costare 14,6 euro in più rispetto allo stesso periodo del 2021. Mentre per un pieno di gasolio si spendono 14,4 euro in più. Lo afferma il Codacons, che calcola le ricadute degli aumenti dei listini alla pompa sulle tasche delle famiglie.

Le parole di Carlo Rienzi, presidente del Codacons

Oggi la benzina, con un prezzo medio pari a 1,759 euro al litro, costa il 20% in più rispetto ad un anno fa. Il gasolio (1,628 euro/litro) è aumentato in un anno del +21,6%. Incrementi che hanno effetti diretti sulle spese dei consumatori. Solo per i rifornimenti di carburante una famiglia spende oggi 352 euro in più all’anno in caso di auto a benzina. E 347 euro in più in caso di auto a gasolio.

Agli effetti diretti vanno aggiunti quelli indiretti sui prezzi al dettaglio. Considerato che costi di trasporto più elevati fanno aumentare i listini di una miriade di prodotti. Con conseguenze dirette sull’inflazione e sui portafogli degli italiani” .

Un problema tra i tanti in questi mesi difficili per moltissimi.

Codacons

Leggi ora: Alfa Romeo Tonale sta arrivando

Ultima modifica: 17 gennaio 2022