Cerchi in lega: come prendersene cura

568 0
568 0

Croce e delizia di molti automobilisti, i cerchi in lega rappresentano un accessorio per molti irrinunciabile. Come fare per evitare che si rovinino in poco tempo? Pulirli spesso evitando di usare prodotti acidi è il modo migliore per preservarne la lucentezza ed evitare che si graffino. Ma ci sono anche altri piccoli trucchi che consentono una perfetta manutenzione dei cerchi in lega.

COME PRENDERSI CURA DEI CERCHI IN LEGA

Pulire e lavare a fondo i cerchi in lega almeno due/tre volte al mese è il primo passo da fare per una corretta manutenzione. Il consiglio è quello di lavarli solo quando sono freddi e dopo aver rimosso con attenzione i residui di polvere e di grasso. Per la pulizia, inoltre, sono da evitare assolutamente prodotti acidi e lavaggi automatici, causa principale dei graffi. Da preferire sono i detergenti delicati che non contengono sostanze corrosive e i panni in microfibra per la successiva asciugatura. Quando lavate i cerchi in lega non utilizzate mai getti d’acqua con una pressione superiore a 1 bar per evitare bozzi, e applicate con cura la cera protettiva dopo aver asciugato bene i cerchi. In caso di macchie difficili da eliminare, il consiglio è quello di utilizzare un composto a base di acqua e aceto.

RIPARARE I CERCHI IN LEGA

Belli da vedere e purtroppo molto delicati, i cerchi in lega si danneggiano facilmente. Se per piccoli danni – per esempio dopo il contatto fortuito con il marciapiede – si possono adoperare con successo i kit che si trovano in commercio, per danni maggiori come deformazioni, corrosioni e spaccature diventa fondamentale rivolgersi al carrozziere di fiducia: il fai da te in questo caso potrebbe soltanto peggiorare le cose. I costi sono più o meno elevati a seconda, naturalmente, del danno e della grandezza del cerchione. In generale gli unici danni che si possono riparare con successo sono quelli che raggiungono al massimo i due millimetri di profondità.

Ultima modifica: 28 maggio 2019