Case auto tedesche accusate di usare cavie umane per test su gas di scarico

2547 0
2547 0

I colossi dell’auto tedesca sono nella bufera. Ancora una volta. I gas di scarico delle auto diesel dei gruppi BMW, Mercedes e Volkswagen sarebbero stati provati non solo su scimmie, ma anche su cavie umane. Lo scrivono Sueddeutsche Zeitung e Stuttgarter Zeitung, rivelando nuovi particolari sui test di cui sono coinvolti i tre Marchi. Daimler però prende le distanze da questo nuovo caso. Il governo condanna gli esperimenti come “ingiustificabili”. Queste rivelazioni sono arrivate dopo un’anteprima del New York Times a firma di Jack Ewing.

dieselgate

Secondo i media, la Società di Ricerca europea per l’Ambiente e la Salute nei Trasporti, fondata dai 3 colossi dell’auto, ha promosso “un breve studio di inalazione con ossido d’azoto su persone sane”. Sueddeutsche Zeitung oggi ha rivelato che i test sarebbero stati effettuati su circa 25 persone in buona salute.

Emissioni in Italia oltre 55 milioni di tonnellate CO2 dai veicoli privati

I tre colossi dell’auto tedesca ieri erano finiti sotto accusa per aver fatto test sulle scimmie per verificare se i gas di scarico dei veicoli diesel fossero nocivi, realizzando esperimenti sugli animali negli Usa. Nel maggio 2015 dieci esemplari di scimmie giavanesi sono stati condotti in un laboratorio di Albuquerque, nel New Mexico, rinchiusi in una vetrina e tenuti tranquilli davanti a uno schermo con la proiezione di un cartone animato, mentre venivano sottoposti all’emissione di gas di scarico (commisto ad aria) per 4 ore. Le scimmie sono sopravvissute al test, ma non è noto quali siano le condizioni salute attuali, ha spiegato il tabloid, che aggiunge informazioni a un dossier tirato fuori dal New York Times, e destinato a mettere ulteriormente in difficoltà l’industria dell’auto tedesca, già travolta dal dieselgate.

Bmw e Daimler (Mercedes) hanno preso le distanze dal metodo “del tutto insensato“. Assicurando che le loro auto non sono state coinvolte nelle sperimentazioni. Vw ha chiesto scusa: quei test sono stati “un errore”. I test dei gas sulle scimmie “non sono in alcun modo accettabili” e chi ha sbagliato pagherà. Queste sono state le parole del presidente del Consiglio di sorveglianza di Volkswagen, Hans Dieter Poetsch.In nome di tutto il consiglio di sorveglianza, prendo le distanze con tutte le forze da pratiche del genereFarò tutto il possibile perché vi sia un’indagine completa sulle procedure. E chi ha la responsabilità ne risponderà“..

Mentre per il presidente della Bassa Sassonia (Germania settentrionale), Stephan Weil, che rappresenta il maggiore azionista del gruppo di Wolfsburg, si tratta di pratiche “assurde e ributtanti”. “Le scimmie sono animali che hanno bisogno di muoversi molto, già tenerle ferme per 4 ore corrisponde a una tortura. Il gas di scarico ha poi messo a rischio la loro salute“. Parole numero uno dell’associazione tedesca, Klaus Kronaus.

La condanna di Angela Merkel

Questi test sugli animali e perfino sulle persone non trovano alcuna giustificazione sul piano etico. L’indignazione di tante persone è assolutamente comprensibile“. Ha affermato il portavoce Steffen Seibert.

La cancelliera sollecita i gruppi dell’auto tedesca coinvolti nello scandalo a fare chiarezza. I consigli di amministrazione e chi ha commissionato i test dovranno ora rispondere alle difficili domande su quale fosse lo scopo dei test, ha aggiunto il portavoce Steffen Seibert oggi in conferenza stampa. Le industrie dell’ auto avrebbero dovuto limitare le emissioni e non dimostrarne la presunta innocuità, ha aggiunto.

La corsa verso l’auto elettrica riuscirà a fermare il crollo del prestigio dell’auto tedesca?

Case auto tedesche accusate di usare cavie umane per test su gas di scarico

Ultima modifica: 29 gennaio 2018