carta di circolazione: verrà sostituito con il foglio unico

898 0
898 0

Molto presto la carta di circolazione, più comunemente definita libretto, verrà sostituita dal foglio unico; ecco come avverrà la sostituzione.

Il 2018 è l’anno che segnerà la sostituzione della carta di circolazione o libretto, con il nuovo foglio unico; la data nella quale avverrà la sostituzione è fissata per l’1 luglio 2018. A questo nuovo documento corrisponderà una tariffa unica; i risparmi che ne deriveranno, saranno destinati a ridurre progressivamente i costi relativi all’utenza. Ecco cosa cambierà.

Cos’è il libretto

Dall’1 luglio 2018, potremo dire addio alla carta di circolazione (libretto) e al certificato di proprietà del veicolo. La carta di circolazione, più comunemente definita libretto, è il documento identificativo del veicolo, nel quale sono indicate tutte le sue caratteristiche tecniche. Il libretto verrà sostituito con il nuovo documento, sia per quanto riguarda gli autoveicoli che per i motoveicoli e i rimorchi. Il Governo ha recentemente approvato il via libera definitivo, sulla proposta del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione Maria Anna Madia, e del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio.

Il nuovo decreto legislativo che prevede la sostituzione della carta di circolazione con il nuovo foglio unico, ha l’intenzione di semplificare e razionalizzare i processi di gestione di tutti i dati relativi alla circolazione dei veicoli e alla proprietà dei veicoli stessi. Il Decreto rientra nelle nuove misure normative relative alla legge di riforma della pubblica amministrazione.

Perchè sostituirlo

Il foglio unico, andrà a sostituire i due documenti attuali che sono appunto il certificato di proprietà del veicolo di competenza dell’Aci e la carta di circolazione o libretto, documento prodotto dalla Motorizzazione Civile. Il nuovo provvedimento mira ad un adattamento della normativa italiana, in linea con gli altri paesi europei. Lo scopo è quello di ridurre i costi di produzione, archiviazione e controllo, a carico dell’amministrazione.

Al nuovo documento di foglio unico, corrisponderà un’unica tariffa. Quest’ultima andrà a sostituire i diritti di Motorizzazione e tutti gli emolumenti relativi alla trascrizione e all’iscrizione di ogni veicolo circolante su strada, al Pubblico Registro Amministrativo (Pra). Tutti i risparmi che deriveranno da questa nuova gestione amministrativa, saranno destinati a ridurre ulteriormente i costi dell’utenza. Tutte le carte di circolazione e i certificati che sono stati emessi, prima della data di entrata in vigore della nuova normativa relativa al nuovo foglio unico (1 luglio 2018), manterranno la loro validità fino alla loro naturale scadenza. Per tutti i nuovi veicoli immatricolati a partire dal 1 luglio 2018, vi sarà invece il foglio unico.

Ultima modifica: 8 aprile 2018