Cagiva: torna all’Eicma con una moto elettrica

375 0
375 0

Per gli appassionati di moto c’è una notizia strepitosa: Cagiva torna sulle scene del motorismo sportivo con modelli nuovi e sensazionali che abbracciano le più moderne tecnologie.

Ad annunciarlo è lo stesso presidente di MV Agusta Giovanni Castiglioni, figlio ed erede della storica casa motociclistica italiana Cagiva, e a capo dell’attuale società proprietaria del marchio.

L’occasione è quella della fiera di Milano EICMA 2018, una delle più prestigiose esposizioni internazionali di cicli e motocicli che disporrà di un’area espositiva di 280.000 metri quadrati in cui produttori e pubblico provenienti da ogni parte del mondo condivideranno i modelli più innovativi del momento.

Al brand Cagiva si lega la storia del motociclismo italiano, sia industriale che sportivo, anche se la storica casa produttrice è stata ceduta nel 2008 alla MV Agusta: la storia ci racconta comunque come tutto sia iniziato nel 1978 con la produzione di moto Harley Davidson e Aermacchi, successivamente con l’assorbimento di marchi prestigiosi come Ducati e Moto Morini, e infine con la gloriosa produzione di moto dalle alte prestazioni come le mitiche Mito ed Elefant negli anni 80.

Tra le competizioni sportive più prestigiose a cui la Cagiva ha partecipato negli anni del successo c’è la corsa Parigi-Dakar, vinta nel 1990 con il pilota Edi Orioli, ma anche la partecipazione numerosa ai campionati dei circuiti Motocross e Motomondiale.

Nella memoria degli appassionati del marchio della storica casa di Varese c’è la grandiosa Cagiva Aletta Rossa 125 Enduro dalla scocca rosso-fiammante con sella rigorosamente nera, il cambio a sei rapporti, la potenza massima di 15,2 CV a 7 mila giri, una velocità che raggiungeva i 115 chilometri orari “a tutta manetta”.

Ebbene, sembra proprio che il modello in versione elettrica che sarà presentato all’EICMA 2018 proverrà da questo storico modello, il più adatto a soddisfare il segmento “giovani consumatori” che, proprio per questo, hanno alte pretese ma esigono un prezzo accessibile.

Per loro sono previsti dunque nuovi modelli che, pur conservando alcune performance sportive, migliorano le prestazioni tecniche e tecnologiche e corrispondono anche alle nuove tendenze del mercato: sono a trazione elettrica.

Infatti, nell’annuncio del presidente MV Agusta si parla di “moto giovani, divertenti e accessibili”, intendendo per “giovani” non solo l’appeal di una moto scattante e grintosa ma anche di un mezzo in linea con i valori attuali di eco-sostenibilità e sicurezza.

Non si conosce ancora il modello e i suoi dettagli tecnici, come ad esempio il tipo di batteria che alimenterà il motore o il design, ma di certo la casa di Schiranna saprà ancora stupire e riconquistare il cuore di molti.

Ultima modifica: 23 maggio 2018