Brabham BT62, i 70 esemplari divisi in Celebration e Signature Series

958 0
958 0

La supercar da 700 cavalli BT62 ha segnato il ritorno sulle scene di Brabham. Presentata il mese scorso, dopo 25 anni di silenzio, è una vettura supersportiva dedicata all’esclusivo uso in pista. Ne verranno prodotti 70 esemplari al costo di 1 milione di sterline l’uno. E la Casa di David Brabham ha già ricevuto diversi depositi per la prenotazione.

I 70 esemplari saranno divisi in Celebration e Signature Series, 35 per ciascuna edizione. Le Celebration Series è un omaggio alle 35 vittorie in Formula 1 ottenute dalla Brabham. Ogni macchina onorerà una di queste vittorie con una speciale livrea. A cominciare da quella col telaio numero 1 (BT62/01). Questa BT62 celebra la vittoria di Dan Gurney sulla BT7 il 26 giugno 1964. La livrea sarà la stessa con i colori verde e oro di quella vettura.

Le altre 34 Celebration Series ricorderanno le ulteriori vittorie. Quella di Jack Brabham ad esempio, che nel 1966 a Reims divenne il primo pilota a vincere un Gran Premio su una monoposto da lui costruita. La BT62 con il telaio numero 19 e la livrea rossoblù celebra il successo di Niki Lauda ad Anderstorp nel 1978.

La Signature Series offre invece ai clienti la possibilità di personalizzare come vogliono la vettura. Brabham permetterà ai proprietari di lavorare fianco a fianco con i designer della Casa per progettare e configurare un’auto fatta su misura. “Considerando che la BT62 è stata presentata poche settimane fa, le risposte sono state eccezionali“, ha detto il direttore vendite James Haskey.

La BT62 è spinta dal motore centrale V8 aspirato da 5.4 litri. I cavalli erogati sono 700, la coppia massima 666 Nm, il cambio sequenziale da corsa a 6 rapporti. Il peso a secco di 971 kg porta a 780 cavalli per tonnellata il rapporto peso/potenza. Superiore a quello della McLaren Senna.

Ultima modifica: 8 giugno 2018