Brabham BT62, 700 cavalli per sfidare la McLaren Senna

1394 0
1394 0

Sarà limitata solo all’uso in pista, ma la BT62 che segna il ritorno del marchio Brabham farà girare parecchie teste. A 25 anni dall’ultima vettura prodotta ecco il ritorno sulla scena. David Brabham, figlio di Sir Jack, propone una super sportiva da 700 cavalli da sprigionare solo in circuito. Abbastanza, però, per lanciare una sfida alla McLaren Senna.

La BT62 sarà prodotta in 70 esemplari, per festeggiare i 70 anni dall’inizio della carriera di pilota di Jack Brabham. I primi 35 indosseranno una livrea particolare che omaggia le 35 vittorie in F.1 del tre volte campione del mondo. Il costo sarà di 1 milione di sterline, al cambio attuale 1,1 milioni di euro.

A fornire le grandi prestazioni di cui è accreditata la vettura è il motore centrale V8 aspirato da 5.4 litri. I 700 cavalli di potenza vengono erogati alle ruote posteriore per mettere alla prova e gratificare il pilota. Il peso a secco è di appena 971 chili, significa un rapporto di 780 cavalli per tonnellata.

Si è fatto ovviamente ampio uso di fibra di carbonio ultraleggera e l’aerodinamica è stata curata in modo particolare. La BT62 genera infatti una downforce di 1.200 kg, superiore a quella della McLaren Senna GTR. I freni Brembo in carbon ceramica con pinze a sei pistoni forniscono alte prestazioni anche in questo campo.

L’interno è quello tipico di una vettura da pista. Il sedile è quello omologato Fia in fibra di carbonio, con cinture a sei punti di fissaggio. Il volante, anch’esso in fibra di carbonio, è rimovibile. La pedaliera è adattabile alla comodità del pilota, cellula di sopravvivenza e display da 12 pollici per la strumentazione digitale.

Ultima modifica: 3 maggio 2018

In questo articolo