BMW X5, prova su strada. E’ arrivata l’auto totale?

2884 0
2884 0

Esiste l’auto totale? BMW X5 si candida a essere una delle interpretazioni più prossime a questo modello. La quarta generazione del SUV bavarese, punta a coprire tutto il “campo”. Più dinamica, più confortevole e persino efficace in fuoristrada.

Un tris speciale e ambizioso. X5 al suo esordio quasi venti anni fa, correva il 1999, si impose come primo Sport Utility in grado di ricalcare su strada il piacere e la guidabilità di una berlina. Di BMW, s’intende, e quindi con doti particolari. I numeri, 2,1 milioni di vendite, certificano che la ricetta è piaciuta..

Listino BMW X5 2018

La quarta serie riesce a essere performante in tutte le situazioni? Siamo stati ad Atlanta, in Georgia, a pochi chilometri da Spartanburg, dove X5 (assieme a X3, X4, X6 e alla ventura X7) viene costruita nel più produttivo stabilimento di BMW, in assoluto.

QN Motori ha provato la nuova vettura, che ha un prezzo a partire da 72.900 euro. Su strada e in fuoristrada.

X5 è cambiata, nella sostanza e nella forma. La seconda mostra la calandra col “doppio rene” più grande di sempre, fari più acuminati e speciali (LaserLed in opzione, capaci di garantire 500 metri di visibilità).

Gli interni, l’abitabilità può arrivare fino a sette persone, sono nuovi. Plancia e cruscotto digitali, bagagliaio che parte da una capienza di 650 litri. Ogni aspetto è stato curato ed evoluto: notevoli e avanzati nella funzioni il cruscotto e la plancia, entrambi digitali.

X5 presenta un’offerta completa di sistemi di assistenza alla guida (ADAS). Il livello due di guida autonoma è garantito. Tenendo anche solo una mano sul volante il SAV (Sport Activity Vechicle, come lo chiama orgogliosamente BMW) può accelerare, frenare, gestire la velocità impostata, la distanza di sicurezza e ripartire da solo.

Con grande disinvoltura nonostante 4,92 metri di lunghezza, buoni anche per ospitare 7 persone. E con  un bagagliaio che parte da 650 litri di capienza.

I motori a disposizione Due DieselxDrive30d (265 cv), M50d (quadri-turbo da 400 cv e 760 Nm di coppia) e un benzina xDrive40i (340 cv). Dal 2019 avrà in gamma anche l’ibrida plug-in, xDrive45e.

BMW X5 M50d, quadri turbo Diesel da 400 cavalli

Su asfalto X5 resta un riferimento assoluto per la categoria. La trazione integrale xDrive e il cambio automatico a otto rapporti sono due eccellenze. Integrale dai plus delle ruote posteriori sterzanti (di serie su M50d, a pagamento sulle altre), dalle sospensioni pneumatiche, chiamate Two Axle Air Supension, che permettono un’escursione dell’altezza da terra di 80 millimetri e al differenziale posteriore a controllo elettronico.

BMW X5: alla grande anche in fuoristrada

Prestazioni e comfort sono fuori discussione, risultano eccellenti. L’innovazione sta nel pacchetto Off-Road. BMW per la prima volta ha realizzato un sistema per esaltare il suo grande SAV in fuoristrada. Abbinato alle precedenti tecnologie, offre le funzionale modalità xSnow, xSand, xGravel e xRock. Corredato da sensori, visualizzatori e numerose “sinergie”con gli altri dispositivi.

X5 può davvero mettere le ruote fuori dall’asfalto con grande sicurezza. Ad Atlanta abbiamo guidato davvero una vettura molto prossima al concetto di assoluta polivalenza.

Ultima modifica: 1 ottobre 2018

In questo articolo