Le novità BMW X1 e iX1, coppia del nuovo Suv compatto bavarese

1970 0
1970 0

Il terzo atto di BMW X1 punta sulle soluzioni di multi energia, tutte le alimentazioni. La nuova serie del SUV compatto, lungo quattro metri e mezzo, che arriverà sul mercato nelle prossime settimane rilancia in chiave attuale e per il futuro prossimo la formula, di stile, tecnologia e performance che ha portato il modello ad avvicinare i 2 milioni di vendite dall’esordio nel 2009. Mettendo sul piatto l’elettrificazione a tutti i livelli, ma anche i motori termici e con iX1, la versione esclusivamente a batteria. Portafoglio completo, per soddisfare esigenze e preferenze. Letteralmente trasversali.

Cresce di qualche centimetro in tutte le dimensioni. Presenta occhi, i gruppi ottici, più acuminati e in generale una aerodinamica più curata: Cx di 0,26, non male affatto per una “ruote alte”. Spicca la calandra a sviluppo verticale, ma l’attenzione cade su tetto e coda, che presentano uno stile più ardito.

Nasce sulla architettura FAAR, con un peso a partire da 1.500 kg e annuncia un incremento di volume utile nel bagagliaio a 540 litri sulle versioni termiche e due ruote motrici e 500 per le versioni a trazione integrale. Il divano posteriore e scorrevole fino a tredici centimetri e ribaltandolo la capacità di carico può salire fino a 1.600 litri: adeguato.

Gli interni mostrano un ambiente familiare per chi è al volante delle ultimissime produzioni bavaresi. Bella la plancia digitale con i due display affiancati da 10,25” e da 10,7”, eleganti e senza cornice, che si prefiggono quasi di abbracciare il guidatore grazie alla forma leggermente curvilinea.

Chi sta al volante è assistito, oltre che da ADAS di secondo livello avanzato e eventualmente dallo head-up display, da un sistema dotato di due sim 5G. Che è  in grado di aggiornarsi in automatico, di connettersi senza fili con qualsiasi smartphone. Fino a farlo diventare la chiave della vettura se il sistema è lo iOS di Apple.

Può “ospitare” sino a sette utenti, offrendo una personalizzazione molto spinta nell’uso. Al pari della navigazione in cloud che risulta sino a quattro più veloce di quella convenzionale.

Cambia davvero la musica, in tutti i sensi, grazie a che ai suoni di accoglienza e di marcia realizzati da Renzo Vitale e Hans Zimmer. Sound su misura.

L’elettrica iX1 è spinta da due propulsori che oltre alla trazione elettrica erogano una potenza di sistema di 313 cavalli e una coppia di 494 Nm.

Le prestazioni, oltre alla velocità auto-limitata a 180 km/h, vanno di conseguenza. Accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,3 secondi.

La batteria dalla capacità di 64,7 kWh permette un’autonomia di 413 chilometri. In linea con la concorrenza.

I motori

I propulsori endotermici al lancio sono:

  • Benzina, tre cilindri 1.5 da 136 cavalli E 2 litri da 218.
  • Diesel 2 litri declinato a 150 o 211 cavalli.

Con le versioni più potenti di entrambe dotate di un nuovo sistema mild-hybrid 48 Volt con propulsore elettrico da 14 kW e 55 Nm inserito nel cambio. Per tutte trasmissione automatica doppia frizione a 7 marce.

Arriveranno un altro a benzina e un diesel, ma soprattutto le ibride plug-in. Con davanti il termico 3 cilindri 1.5 e l’elettrico elettrico per le ruote posteriori.

Abbinato a una batteria da 14,2 kWh, per un’autonomia a zero emissioni annunciata di 78 chilometri. Due livelli di potenza, 245 e 326 cavalli. Da GT a ruote alte.

Ultima modifica: 19 agosto 2022