BMW verso il futuro fra diesel ed elettrico. Le novità | VIDEO

6057 0
6057 0

Sospeso tra presente e futuro, il mondo dell’automotive cerca un punto di equilibrio per soddisfare le attese dei clienti. La rivoluzione elettrica incombe, con il robusto taglio di emissioni previsto per il 2021. Ma intanto il diesel «pulito» reclama il suo spazio in questa singolare era di passaggio.

Sergio Solero, ad e presidente di Bmw Italia

Sergio Solero, ad e presidente di Bmw Italia, piega così la strategia del suo gruppo: «Il futuro prossimo è a due facce: ecco perchè Bmw ha cercato di sintetizzare le sue linee guida nel salone di Francorte».

Partiamo dal mondo elettrico, che qui ha trovato grande spazio.

«La parata di auto a emissioni zero che avete visto risponde a un piano aziendale molto preciso. Entro il 2025 Bmw produrrà 25 modelli elettrificati, cioè ibridi, e 12 elettrici puri. E dal 2020 tutte le nostre fabbriche saranno attrezzate per produrre sia motori a combustione che propulsori elettrici».

BMW allo IAA

Veniamo ai concept che avete presentato: che ruolo giocheranno nel futuro prossimo?

«La iVision Dynamics è un coupè a 4 porte dalla linea molto affilata che promette comfort e grandi prestazioni: da 0 a 100 orari in soli 4 secondi e 600 km di autonomia. Nei nostri piani si colloca fra la rinnovata i3 e la supercar i8. Un modello medio che competerà con Tesla e rappresenta la nostra visione di berlina elettrica. Il modello di gamma è atteso per il 2021. L’altro concept è la Mini elettrica, che è pronta a sbarcare sul mercato nel 2019, in occasione del sessantesimo anniversario del brand».

Fra tanto fervore elettrico per il diesel è tempo di pensione?

«Assolutamente no. Sarebbe stupido demonizzare il diesel, se correttamente sviluppato. Importanti studi sulle emissioni ci dicono che i diesel di ultima generazione producono il 15% in meno di emissioni rispetto ai motori a benzina, anche perchè montano filtri che minimizzano il particolato e i Nox, le emissioni più nocive. Bmw guarda dritto al futuro ma crede nel valore commerciale del diesel e nella possibilità di produrre motori a gasolio ’puliti’».

Nel salone dei mille Suv anche Bmw porta il suo contributo…

«A Francoforte abbiamo portato il Concept X7 iPerformance, che prefigura un Suv di lusso con tre file di sedili, un nuovo design e motorizzazione ibrida. Da questo prototipo nascerà l’inedita X7, il top di gamma nel segmento. Ma le nostre attenzioni del momento sono tutte per la X3, una delle auto storicamente più vendute del marchio. L’abbiamo aggiornata regalandole la più aggiornata tecnologia in termini di sicurezza e di guida autonoma. E’ un pacchetto mutuato dalla Serie 7. X3 Si è allungata di 5 centimetri e il peso è stato ridotto di 100 kg e all’interno l’Head Display ha dimensioni maggiorate. Gli amanti dei Suv premium saranno soddisfatti».

Giuseppe Tassi

Ultima modifica: 28 settembre 2017

In questo articolo