BMW Serie 5 Touring, ecco perchè la wagon è l’anti SUV

818 0
818 0

Serie 5 Touring, la familiare premium alternativa ai SUV. BMW a Ginevra porta la «visione» del marchio bavarese, e cioè, come spiega Sergio Sòlero, presidente e Ceo di Bmw Italia.

«Il cliente Bmw potrà scegliere tra guida autonoma, con la possibilità di riprendere in mano i comandi per gustare il piacere di guidare. Una Mini più focalizzata sul Car sharing. La Rolls Royce a guida totalmente autonoma, come uno chaffeur, per una mobilità super luxury. E le moto con motori elettrici e dispositivi per la sicurezza che non ci obbligheranno più a indossare il casco. Questi sono i nostri 4 assi. Guida autonoma, guida connessa, guida elettrica e guida condivisa. Il massimo comun denominatore è la digitalizzazione. Il cliente Bmw cerca il piacere della guida e noi glielo diamo con innovazione, tecnologia, design. Tutto questo, per esempio, è la nuova serie 5 Touring che presentiamo a Ginevra in anteprima mondiale».

La nuova Serie 5 Touring è l’esempio concreto che non esistono solo i suv! Che oltre alle auto muscolose e un po’ «gonfiate» ci sono valide alternative come le station wagon premium. Che in Europa contano ancora su una vasta schiera di «aficionados». Rispetto al modello precedente, la nuova serie 5 Touring pesa 100 chili in meno e consuma fino all’11% in meno, nonostante sia cresciuta nelle dimensioni (è lunga 4,94 metri), offrendo più spazio ai passeggeri e al bagagliaio che ora è di 570 litri (+10 litri), ampliabile a 1.700 (+30 litri). Al momento del lancio, giugno 2017, la serie 5 Touring sarà disponibile nelle versioni 530i da 252 cv, 540i xDrive da 340 cv, 520d da 190 cv e 530d da 265 cv a trazione posteriore o integrale. Successivamente dovrebbe essere disponibile anche la 530e iPerformance Plug-in hybrid con carrozzeria wagon.

PREZZI NON UFFICIALI

Ma dovrebbero essere i seguenti: 518d da 47.150 euro; 520d da 49.650 a trazione posteriore e da 54.600 per l’xDrive; la top di gamma (che forse arriverà l’anno prossimo) 550i a 84.850 euro. Quanto alle performance del gruppo dell’elica, sottolinea Sergio Sòlero: «In Italia, con 84.929 auto immatricolate, Bmw Group ha visto un incremento del 17,41% rispetto al 2015 raggiungendo la quota di mercato record del 4,62%».

Ultima modifica: 16 marzo 2017

In questo articolo