BMW Serie 2 Gran Coupé, prova su strada. Nata per provocare | VIDEO

759 0
759 0

BMW Serie 2 Gran Coupé è nata per provocare. Vuole essere “cattiva” e vistosa. Una berlina sportiva a quattro porte, lunga 4,52 metri. Muscolosa e sinuosa, senza nessun predecessore in gamma, va a completare la famiglia “Gran Coupé” del Marchio bavarese.

Nato nel 2012 con la Serie 6, proseguito del 2014 con la Serie 4 e giunto allo zenit nel 2019 con la Serie 8. La Serie 2 chiude il cerchio.

BMW Grand Coupé 220d  M Sport

Imparentata con la piattaforma di nuova Serie 1, nasce a trazione anteriore, ma può essere abbinata anche integrale xDrive sulla M 235i xDrive Gran Coupé. E abbinata  cambio manuale a sei marce o automatico a sette o otto rapporti (della giapponese Aisin).

E’ disponibile con le motorizzazioni benzina e Diesel. Con potenze da 116 a 306 cavalli, propulsori a 3 e 4 cilindri. Il prezzo varia da 32.000 a 53.500 euro. Arriverà il 14 marzo: primo mercato saranno gli Stati Uniti col 30%, seguiti dalla Cina col 25%. L’intera Europa è attesa a un 30%.

Il design la candida come vettura dedicata al coinvolgimento emotivo. Forte di una silhouette fluida, un frontale aggressivo, a sviluppo longitudinale nei gruppi ottici e un posteriore ,, con spalle larghe. Coda alta, ma fari affilati e alettoncino, che ricorda, a nostro avviso Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio.

BMW 220d Model M Sport

Leggi anche: Scheda tecnica

L’abitacolo è ben sviluppato per ergonomia e materiali. Molto bella la plancia digitale (a richiesta: la parentela con Serie 1 anche in questo è molto stretta), ottime le sedute. L’abitabilità e eccellente all’anteriore, discreta al posteriore per quattro persone (non oltre 1.85 m), più critica per cinque passeggeri.

Il bagagliaio ha una capacità di 430 litri, che può essere aumentata reclinando il divano.

La trazione anteriore (di conseguenza anche l’integrale che deriva) tolgono purezza alla “classica” sportività di BMW. In ogni modo Serie 2 Gran Coupé guadagna in spazio interno e un leggerezza (da 1350 kg di peso) rispetto a un’ipotetica versione “tutto dietro”.

Scenografiche le portiere “senza telaio” sopra ai finestrini che permettono anche di tenere più basso il tetto. Al resto pensa l’assetto ribassato di 10 millimetri ben calibrato: è uno chassis più rigido della media. Le sospensioni sono personalizzabili a richiesta, con le modalità standard, M Sport e adattive, in sintonia con le ambizioni sportiveggianti del modello.

Serie 2 Gran Cuopé, come va su strada

Disponibili tutti i sistemi ADAS per la guida assistita di secondo livello. Serie 2 Gran Coupé è nata per essere portata. Su un percorso misto e coinvolgente nei dintorni di Lisbona abbiamo provato le versioni più importanti

Leggi anche: Listino Prezzi

La 220d col due litri Diesel da 190 cavalli e 400 Nm di coppia (0-100 in 7,5 secondi, 23,8 km/litro, 110 g/km di CO2) a trazione anteriore.

BMW 220d Model M Sport

E la M235i xDrive a quattro ruote motrici, con differenziale torsen a slittamento limitato, spinta dal 2 litri benzina da 306 cavalli e 450 Nm di coppia (0-100 in 4,9 secondi, 250 km/h) che dispone di buone doti di efficienza (14,3 km/litro, 153 g/km di CO2). La trazione integrale può spostare la motricità fino al 60% al retrotreno.

Pur con brillantezza diversa, fluida la Diesel, rabbiosa e pronta la turbo benzina, Serie 2 Coupé ha evidenziato una notevole precisione di guida.

Il trio motore-cambio automatico-sterzo resta tra i migliori della categoria. La trazione anteriore e l’integrale non permettono di sbizzarrirsi nei sovrasterzi di potenza, però restano molto intuitive.

Più estrosa nella forma, Serie 2 Gran Coupé permette in ogni modo di tenere sempre un passo molto elevato. Con un comfort notevole.

BMW Serie 2 Gran Coupé, qui sopra le foto del test drive a Lisbona

Ultima modifica: 22 marzo 2020

In questo articolo