BMW sempre più verde «Elettrici e virtuosi»

491 0
491 0

All’IAA di Monaco, tra droni e monopattini, BMW si trova benissimo. Il settantesimo salone tedesco della storia ha trasferito la classica rassegna in Baviera, proprio nel regno dello storico marchio.

Ne è orgoglioso e felice Massimiliano Di Silvestre (foto), pesidente e ad di Bmw Italia. «Qui a Monaco il salone tradizionale cambia pelle, lascia spazio alle idee, alle visioni e il nostro marchio è perfettamente in linea con questa prospettiva che guarda alla mobilità del futuro».

BMW i4 al Salone di Monaco
BMW i4 al Salone di Monaco

Lo dicono i modelli a impatto zero che avete presentato qui…

«Sono auto concrete, pronte per il mercato come la iX primo Suv di lusso elettrico del gruppo e la i4, una sportiva premium a tutti gli effetti che abbina design e prestazioni, ecologia e piacere di guida. Arriverà nelle concessionarie a febbraio in due versioni da 544 e 340 Cv e autonomia fino a 590 km. La i4 è al momento la sintesi più alta fra il classico dna Bmw e la nuova frontiera elettrica. Avrà perfino un sound motore degno della nostra tradizione».

Il concept Circular ha catturato l’attenzione con le sue linee essenziali e gli ampi spazi interni.

«Con questo progetto l’idea di energia cicrolare e di sostenibilità ambientale dive nta un fatto concreto. L’auto è costruita con materiali riclati e riciclabili. Una volta dismessa, può dare vita a nuovi modelli con gli stessi materiali. Poi ha un’estetica essenziale e quelle vetrate immense che mettono a diretto contatto con il mondo esterno».

Cosa serve per far decollare l’elettrico in Italia?

«Soprattuto un piano mirato per le infrastrutture di ricarica. E’ su questo piano che il governo deve spingere l’acceleratore, perché gli incentivi, da soli, non bastano. Serve un progetto condiviso dove anche i costruttori possono giocare la loro parte. Nei 25 miliardi di investimenti di Bmw per i prossimi anni il nodo della ricariche resta centrale».

BMW iX xDrive50
BMW iX xDrive50

C’è un fututo anche per l’idrogeno?

«Noi andiamo avanti decisi pure in questa direzione, consci che l’Europa ha deciso stanziamenti importanti per questo tipo di alimentazione. Qui al Salone abbiamo portato alcune iX a idrogeno e chi le ha provate si è detto entusiasta dell’esperienza di guida».

Ma gli italiani hanno voglia di elettrico?

«Un’ onda crescente chiede auto veloci ma sostenibili, familiarizza con l’ibrido e il mild-hybrid in attesa di una svolta più integrale. Bmw è attenta alle richieste dei clienti e sarà sempre pronta a soddisfare le esigenze del mercato».

Giuseppe Tassi

Ultima modifica: 13 settembre 2021