Bmw e Great Wall, vicino l’accordo per produrre le Mini in Cina

1634 0
1634 0

Bmw e Great Wall stanno lavorando a un accordo per spostare la produzione delle Mini in Cina. Sarebbe la prima volta che le vetture del marchio inglese vengono costruite fuori dall’Europa. A riportare l’indiscrezione è stata Bloomberg, citando fonti a conoscenza della situazione. Bmw appalterà la produzione delle Mini al più grande costruttore cinese di Suv.

Attualmente, nel Vecchio Continente, questo compito viene svolto nel Regno Unito e in Olanda. Bmw ha già una collaborazione con Brilliance per produrre vetture col proprio marchio in Cina. Great Wall non ha invece partner internazionali, ma oltre all’interesse per FCA ha l’intenzione di costruire un impianto produttivo negli Stati Uniti.

Un accordo per la produzione locale delle Mini distinte all’esportazione ha fatto schizzare in alto le azioni di Great Wall. Ieri, il marchio cinese ha fatto segnare un +14% in Borsa a seguito delle speculazioni sull’accordo con Bmw. Un portavoce di Great Wall non ha commentato questa voce, annunciando però un comunicato a breve. Evidentemente qualche novità da comunicare ci sarà.

Nei primi otto mesi dell’anno, le vendite di Bmw e Mini in Cina sono cresciute del 16%. A luglio, la Casa tedesca ha deciso di produrre le versioni elettriche di Mini a Oxford, rifiutando alternative olandesi e tedesche. Entro il 2025 Bmw ha pianificato di produrre almeno 12 vetture completamente elettriche.

Ultima modifica: 13 ottobre 2017