Bentley Continental GT Speed, la prova della grand tourer da 659 cavalli | VIDEO

669 0
669 0

Bentley Continental GT Speed, “la migliore grand tourer a due porte del mondo”. L’orgoglio britannico degli uomini del Marchio di lusso, uno dei vertici del Gruppo Volkswagen, così definisce questa 2+2 davvero regale.

Bentley Continental GT Speed 2022 - 10

GT Speed è la versione più dinamica della Continental GT, grande ed esclusiva coupé che dal 2003 domina un mercato speciale. Di nicchia, principesco: per chi cerca una vettura da ben oltre 300 km/h (335, nel caso specifico) che possa garantire il massimo confort e uno sfarzo che non tema concorrenza

Questo è GT Speed, sintesi impareggiabile di eccellenza e potenza. Concepita per arrivare nei box di pochi facoltosi e per incantare il resto del mondo.

Perché è la Bentley più sportiva e veloce

Il motore W12 biturbo di 6 litri è un concentrato di potenza. Guadagna cavalli, 24 per la precisione, arrivando a 659 CV con ben 900 Nm di coppia. Esagerato, permette uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi.

Il vero plus di GT Speed sta nella agilità e nel piacere di guida. Dispone infatti della sterzata integrale. Girano anche le ruote posteriori: contro-sterzanti alle basse velocità sullo stretto per essere più maneggevole e nella stessa direzione alle alte velocità per essere più stabile e precisa.

Presente anche il differenziale posteriore a controllo elettronico, utile per scaricare a terra tutta l’esuberanza del dodici cilindri. Inoltre l’ESP dispone della modalità che ne permette il quasi totale disinserimento. Quasi, un minimo di intervento elettronico c’è sempre.

Il W12 da 659 cavalli

Altra chicca, ma a richiesta i freni carbo-ceramici, i più imponenti sul mercato: 440 millimetri di diametro all’anteriore, con dieci pistoncini: fanno risparmiare anche 33 kg di masse sospese. Risparmiare peso non guasta mai.

Passo … da Porsche

Bentley Continental GT Speed è realizzata sulla piattaforma a Msb del Gruppo VW (la parentela più stretta è con Porsche Panamera GTS). Matrice tedesca, ma l’anima è inglese. La grande coupé è ingegnerizzata, sviluppata e realizzata a mano nella fabbrica Bentley e Crewe, che festeggia il 75° anniversario.

Non passa certo inosservata per lo stile inconfondibile, con l’aggiunta dei cerchi specifici da 22 pollici, del logo sui parafanghi, della griglia specifica (Dark Tint).

Principesco l’abitacolo, anche se in tono sportivo. Indovinato l’abbinamento bicolore tra Alcantara (quindici tinte a disposizione) e pelle (undici).  Ovviamente le opzioni sono quasi infinite. Come il prezzo che parte da 225.100 euro, tasse escluse, per la coupé GT Speed e da 247.600 euro per la GTC Speed (Convertible), la versione a cielo aperto.

Bentley Continental GTC Speed, la cabrio

Sulle strade della Sicilia. E non solo

Abbiamo provato GT Speed e GTC Speed in Sicilia. Un contesto speciale nel “Giardino d’Europa“, su strade panoramiche come poco, piacevoli e anche impegnative.

Hanno lavorato al meglio le barre anti-rollio attive (presenti anche sulle altre versioni) ma il plus del doppio asse sterzante ha fatto la differenza. La Bentley è un’auto che ammalia, per forma e sostanza su strada. Precisa, confortevole, velocissima.

Un tappeto volante che va forte come un aereo

Questa è la definizione che ci è venuta in mente. Compendio impareggiabile di prestazioni e comodità. Si viaggia sempre sul velluto, la GT Speed (e la GTC a cielo aperto) consentono di domare curve e misto. E di “volare” in rettilineo.

La trazione integrale permette una guida dinamica, nelle modalità Sport all’anteriore c’è solo il 17% della coppia. La lunghezza di 4,85 metri e il peso 2.273 kg a vuoto, sono due fattori da tenere in considerazione, ma la grand tourer resta un piacere assoluto da portare a spasso.

Bentley Continental GT Speed: la sorpresa

Bentley poi ci ha fatto una sorpresa. Portandoci nella base NATO abbandonata di Comiso. Un ex sito, dove negli anni Ottanta erano presenti i celebri missili nucleari Cruise. Ma anche una sorta di città, poi abbandonata dopo il crollo della Unione Sovietica.

Un questa ghost town, con strade polverose, case (ci abitavano 2.000 persone tra militari e famiglie), supermercati, hangar aperti, anche quelli dove stavano le testate nucleari, abbiamo dato fuoco, metaforico, alle polveri.

Continental GT Speed ha mostrato di cosa è capace anche quando non la si tratta con i guanti. Gestibile anche al limite quando i controlli sono tutti inseriti, e sempre comunque sicura negli appoggi. Può essere piuma, nonostante la massa, e può essere ferro, con un powertrain così spettacolare. Lunga vita alla regina.

 

Ultima modifica: 17 settembre 2021

In questo articolo