Bentley Bentayga, ecco il V8 biturbo da 550 cavalli

506 0
506 0

Come si vociferava da tempo, Bentley Bentayga si è dotato del motore benzina V8 biturbo da 4.0 litri. Lo stesso che spinge già sia il Lamborghini Urus, sia il Porsche Cayenne. La potenza è la stessa del Suv di Stoccarda con 550 cavalli, ossia 100 in meno della novità di Sant’Agata Bolognese.

La velocità massima del Bentayga è di 290 km/h, l’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 4,5 secondi. Come era lecito attendersi, prestazioni di alto livello in linea con le abitudini Bentley. L’autonomia dichiarata con un pieno è di 745 km. Questa efficienza (11,4 l/100 km) è possibile in parte grazie alla capacità del motore di disattivare quattro dei suoi otto cilindri in condizioni adatte, senza compromettere la guidabilità. Il cambio ottimale avviene in solo 20 millisecondi e ciò lo rende impercettibile.

Freni in carbonceramica

L’aggiunta del caratteristico borbottio di un V8, dei terminali di scarico twin-quad e dei freni opzionali in carboceramica, mostrano più del carattere sportivo del Suv di lusso. Per la prima volta, i freni opzionali in carboceramica sono offerti nel Bentayga. L’impianto frenante è il più rande e potente sistema a disco mai montato su una Bentley. Il più grande impianto frenante anteriore disponibile su qualsiasi auto di serie.

All’interno sono disponibili tre nuove opzioni. Una finitura lucida in fibra di carbonio che sostituisce e superfici in radica tradizionali. Un volante in radica pelle. Una nuova e ricca pelle in colore rosso, Cricket Ball. Il Bentayga V8 è disponibile con la tecnologia Bentley Dynamic Ride, il primo sistema elettronico al mondo di controllo attivo del rollio da 48V. La specifica All-Terrain permette al cliente di selezionare la modalità di guida della vettura appropriata per un’ampia gamma di superfici fuoristrada. Le opzioni sono Neve e Erba, Sterrato e Ghiaia, Fango e Piste, e Sabbia e Dune.

Ultima modifica: 12 gennaio 2018

In questo articolo