Aznom Serpas, barchetta italiana con super motore da moto

2902 0
2902 0

Aznom Serpas, ecco la barchetta italiana. Una sportiva pensata per il puro piacere di guida, senza compromessi. Realizzata dall’azienda brianzola Aznom, specializzata personalizzazione di auto di lusso. E disegnata dal centro stile Camal di Torino. La “matita” è quella di Alessandro Camorali.

Serpente da strada

Serpas nel dialetto piemontese, vuol dire Serpente. La vettura vuole essere sgusciante come il rettile. Le dimensioni sono 4,08 metri di lunghezza, 1.76 di larghezza e solo 78 centimetri di altezza, escluso il rollbar. Il telaio è tubolare, da auto da corsa, rinforzato in fibra di carbonio. La carrozzeria è in alluminio battuto. Questo permette di limitare il peso a 900 chilogrammi.

Non ci sono gli sportelli, la Serpas è troppo bassa. E nemmeno il parabrezza: bisognerà affrontare la velocità direttamente, solo con l’aiuto di un deflettore. L’abitacolo, seppur scarno, è personalizzabile su misura.

Motore da moto o elettrica. Due opzioni per il powertrain. Il V8 di 2.6 litri di origine motociclista (e della Radical, altra vettura estrema) che eroga 363 cavalli a 10.300 giri. O nel 2020 un propulsore elettrico da 200 cavalli. La Aznom Serpas è acquistabile su ordinazione e offre un pack “Esperienza” con corso di guida a Monza e visite nell’officina dove l’auto sarà realizzata.

Ultima modifica: 21 dicembre 2017

In questo articolo