Audi Q7 restyling, ora tutte le versioni sono mild hybrid | VIDEO

568 0
568 0

Audi Q7 restyling, il grande SUV della Casa dei quattro anelli si rinnova. Presentando motorizzazioni esclusivamente mild hybrid, l’ibrido leggero che migliora l’efficienza della ruote alte in versione XXL.

L’estetica non rivoluzionata, più dinamica però grazie al nuovi fari a LED che movimentano il design al pari delle presa d’aria maggiorate e della calandra ripresa dalla “cugina” Q8, il SUV coupé. Anche al posteriore i nuovi fari, raccordati da una finiture cromata, mutano l’aspetto.

L’abitacolo ospita il trionfo del digitale. La plancia è quella delle ammiraglie Audi, con strumentazione e display dell’infotainment (da 8,8 o 10,1 pollici) che permettono una integrazione avanzata e raffinata dei comandi.

E’ possibile anche avere Alexa, l’assistente vocale di Amazon. O con la connettività Car-To-X disporre delle funzioni per avere servizi on-demand, dal traffico sino all’onda verde dei semafori.

Powertrain solo mild hybrid

Sono di serie le sospensioni adattive pneumatiche, a richiesta la stabilizzazione antirollio attiva. Audi Q7 restyling è disponibile sia a cinque sia a sette posti. I motori sono V6 turbodiesel da 231 cavalli (Q7 45 TDI) e 286 cv (50 TDI) dotate di sistema mild-hybrid che permette di “veleggiare”. Recuperando energia elettrica e restituendola per aiutare il motore termico, che resta beninteso al 100% necessario per la trazione.

L’ibrido leggero arriva anche sul 3 litri turbo benzina di Q7 55 TFSI che eroga 340 cavalli e 550 Nm di coppia. Il modello tocca i 250 km orari (limitati elettronicamente) e sta sotto la soglia dei sei secondi nell’accelerazione zero-cento.

 

Ultima modifica: 27 giugno 2019

In questo articolo