Audi A8, l’ammiraglia è nel futuro. Legge la strada e previene gli incidenti | VIDEO

2520 0
2520 0

Se vi piace guidare nel futuro, Audi A8 fa per voi. La nuova ammiraglia della casa di Ingolstadt non è solo una berlina lussuosissima, lunga 5 metri e 17 dotata di un comfort faraonico. E’ soprattutto un concentrato di tecnologia che si spinge fino al livello 3 della guida autonoma. E garantisce, con le funzioni AI (Audi Intelligence) un grado di sicurezza fin qui mai raggiunto. Se la guidi in autostrada o superstrada, a velocità fino a 60 km orari, puoi staccare le mani dal volante.

Perché Audi A8 è in grado di provvedere a tutte le funzioni di guida. Frenate, accelerazioni, curve. Legge la strada, i cartelli segnaletici e mantiene le distanze dalle auto che la precedonoIl tutto con estrema naturalezza e senza brividi per chi sta nell’abitacolo, dove può intrattenersi con tablet, schermi tv o dedicarsi alle lettura del giornale.

Nella versione Limousine, più lunga di 13 centimetri rispetto a quella normale, il sedile posteriore destro si trasforma in una piccola beauty farm viaggiante. Puoi scaldare o raffreddare il sedile, richiedere un massaggio ai piedi grazie a una pedana mobile. O concentrarti sul benessere della schiena, puoi regolare il clima e l’intrattenimento con un display estraibile.

Due grandi Audi tablet, ancorati ai sedili anteriori, ricevono programmi tv e collegamenti web. Quando devi parcheggiare, in strada come in garage, puoi scendere dall’auto e attivare il Remote Park Pilot col telefonino. Provvederà lui ad eseguire la manovra, finchè tu non la interromperai con un clic. E quando vuoi riprendere l’auto dal garage, basta ripetere l’operazione.

Non da meno il capitolo sicurezza con ben 40 sistemi di assistenza alla guida. Uno di questi consente di sentire in anticipo l’arrivo di veicoli agli incroci, evitando così le collisioni. E quando la dinamica rende lo scontro laterale inevitabile, un meccanismo rialza l’auto fino a 8 cm. Perchè l’impatto avvenga contro la zona più solida e protetta della nuova scocca costruita in alluminio, acciaio, fibra di cabonio e magnesio.

Lo sterzo integrale dinamico rende l’auto agilissima. Anche nelle curve più strette sembra di governare una piccola utilitaria invece che uno squalo di oltre cinque metri. Le sospensioni attive, grazie a una telecamera frontale, leggono in anticipo le asperità della strada e si modellano sul percorso. E quando sei in marcia, una nuova catena elettrificata consente di veleggiare fino a 40 secondi senza spingere l’acceleratore. Che permette un risparmio di 0,7 litri per 100 km.

Audi A8, i motori

Disponibile da novembre, Audi A8 arriverà in Italia con due motorizzazioni. TFSI 3.0 da 340 cv e TDI 3.0 da 286 cv, entrambe con cambio automatico Tiprtronic a 8 marce. Ein preparazione una versione ibrida, che dovrebbe arrivare sul mercato nel 2018 per compiere un altro passo verso il futuro.

Giuseppe Tassi

Ultima modifica: 9 ottobre 2017

In questo articolo