Audi A6, la prova, nuova frontiera mild hybrid e guida semi-autonoma | VIDEO

5995 0
5995 0

L’ibrido avanza in casa Audi. Anche la A6, elegante berlina a tre volumi del Segmento E, adotta la soluzione motore termico+elettrico in versione leggera, mild hybrid, che non consente di viaggiare solo in elettrico, ma dà una mano quando serve al 6 cilindri attraverso un alternatore-starter e una batteria agli ioni di litio per ridurre i consumi (si risparmiano 0,7 litri di benzina ogni 100 km) senza penalizzare le prestazioni.

Audi A6, la prova, nuova frontiera mild hybrid e guida semi-autonoma

Dal prossimo mese vedremo circolare sulle nostre strade la nuova A6, spinta da un diesel V6 di 3 litri da 286 cv, mentre in autunno debutteranno propulsori a 4 cilindri a gasolio di 2 litri (204 cv) e il poderoso benzina V6 TFSI di 3.0 da 340 cv (già disponibile per le prove su strada). Cambi Tiptronic a 8 rapporti e S tronic a doppia frizione con 7 marce, trazione integrale Quattro con differenziale centrale autobloccante, ruote posteriori sterzanti fino a cinque gradi in controfase rispetto alle anteriori.

Quest’ultima caratteristica rende agile la guida di una vettura che in lunghezza sfiora i 5 metri e che dispone di un diametro di sterzata di appena 11,1 metri, particolarmente utile nelle manovre in spazi stretti. La linea si discosta dalla precedente versione solo per piccoli dettagli alle luci anteriori e posteriori. L’incremento delle dimensioni regala spazio per le gambe dei passeggeri e grande comfort grazie anche alla perfetta insonorizzazione e agli ammortizzatori a controllo elettronico che assorbono le imperfezioni del fondo stradale.

L’eleganza dell’abitacolo è in linea con la tradizione Audi, che utilizza materiali di pregio assemblati senza sbavature. Le novità riguardano l’estesa digitalizzazione che ha eliminato ogni sorta di pulsanti e i sistemi di supporto alla guida. I due grandi display sulla consolle centrale per navigatore, audio e clima si manovrano con il tocco di un dito; mentre i sistemi di assistenza al conducente sono ben 39 con corollario di telecamere e sensori.

Curvoni in “solitaria”

Spicca tra gli altri l’Audi active lane assist che aiuta a mantenere la corsia con lievi interventi correttivi dello sterzo. Abbiamo provato a togliere le mani dal volante (a 120 km/h) lungo i curvoni veloci di alcune autostrade del Portogallo. E puntuali sono arrivate dallo sterzo le correzioni per mantenere la traiettoria. Con l’aggiunta del rallentamento in automatico (fino allo stop) in presenza di veicoli più lenti sulla corsia.

Eccellente su strada

Dopo 15 secondi di ‘guida senza mani’ compare però sul cruscotto la scritta che invita perentoriamente il pilota a riprendere il controllo manuale. Tra trazione integrale, ruote posteriori sterzanti e ammortizzatori a controllo elettronico la tenuta di strada di A6 si è dimostrata eccellente anche su percorsi tortuosi. I prezzi annunciati vanno da 62.100 a 67.800 euro. Ma con i tanti optional i listini possono lievitare a cifre da super ammiraglia.

Roberto Mazzanti

Ultima modifica: 29 maggio 2018

In questo articolo