Audi A5, restyling per Cabrio, Sportback e Coupé

347 0
347 0

Audi A5, la sportiva media si aggiorna in tutte le carrozzerie. Ovvero  Coupé, Cabriolet e Sportback, beneficiano del restyling a tre anni dalla presentazione. Novità per motori, design e dotazioni. E un nuovo colore, assieme ad altre 11 livree esterne, che vedete nella gallery, il District Green.

Arriverà in inverno e per prima sul mercato A5 Edition One in versione Coupé e Sportback e con motori da 190 cavalli in su. Offre i colori esterni Daytona Gray perlato, District Green e Quantum Gray. Di serie sono l’assetto sportivo, il pacchetto S line, il tetto nero lucido per la versione a due porte.

Il frontale è più affilato, con la mascherina che presenta una nuovi griglia e prese d’aria. Inediti anche i paraurti, le minigonne e i terminali di scarico a forma di trapezio. Su Audi A5 2020 sono di serie i fari a Led, a richiesta i Matrix Led, come i pacchetti Advanced ed S Line, entrami di personalizzazione estetica.

L’abitacolo di Audi A5 si presenta ancora più digitale. Non c’è più il comando a rotella sul tunnel centrale per l’infotaiment. L‘MMI Touch Display con lo schermo da 10,1″ segna il salto in avanti. Anche grazie al nuovo sistema del Gruppo VW, il MIB3.

Il quale garantisce i servizi connessi Audi Connect e Audi Connect Plus.  Alcuni optional sono acquistabili, per un mese, un anno o in modo definitivo, con la connessione dalla A5. Si tratta di Audi Navigation MMI Plus, la radio DAB+ e l’Audi Smartphone Interface.

Audi A5, i motori

Il modello sarà disponibile solo con cambio automatico, tutte le versioni sono molate Euro 6d-Temp. Il mild hybrid (MHEV) col sistema a 12 volt sarà motore 2 litri turbodiesel 163 cavalli e sul 2.0 TFSI benzina da 190 cavalli.

Per l’Italia S5 sarà a gasolio, col 3 litri V6 da 347 cavalli e 700 Nm di coppia e sistema mild hybrid a 48 Volt. Nella dotazione del modelli ci saranno trazione integrale, cambio automatico otto marce e assetto sportivo. A pagamento  gli ammortizzatori a controllo elettronico. Le potenze dei propulsori partono da 163 cacvvalli.

Ultima modifica: 9 settembre 2019

In questo articolo