Audi A3 Sportback 2020, la prova su strada della piccola ammiraglia

579 0
579 0

Come al drive-in, seduti in auto a guardare lo spettacolo. Così si alza il sipario sulla nuova Audi A3 Sportback, l’auto ideale per il rilancio nel dopo Covid.

Il grande parcheggio coperto della Megawat Court di Milano diventa lo scenario perfetto per conciliare distanziamento sociale e comunicazione.

Al centro della scena, una delle icone del marchio Audi, la A3, giunta alla quarta generazione dopo 5 milioni di unità vendute in tutto il mondo.

La nuova nata si propone come una sintesi perfetta della tecnologia dei Quatto Anelli, una sorta di mini-ammiraglia che condensa in sè tutti i contenuti delle sorelle di alta gamma, da Audi A8 in giù.

Leggi anche: A3 Sportback prenotabile, con 1.000 euro di caparra accessori in omaggio

Più sportiva e grintosa del modello precedente la A3 Sportback ha fiancate scavate. Una linea di cintura che abbraccia i fari anteriori e posteriori. Una griglia imponente stile RS, e prese d’aria molto evidenti.

Tre centimetri in più di lunghezza e di larghezza regalano anche un’abitabilità paragonabile al suv Q3 e il bagagliaio oscilla fra i 380 e i 1200 litri.

Frecce dinamiche e abbaglianti adattivi caratterizzano la firma luminosa e anche all’interno l’auto cambia stile. Il touch da 10,1 pollici si somma al cockpit digitale per riprodurre la classica doppia schermata Audi, il selettore del cambio automatico è un gioiellino di design e le bocchete d’aerazione sono mutuate dallo stile Lamborghini di derivazione aerea.

Passi da gigante anche per l’elettronica con la piattaforma MIB 3, dieci volte più veloce della precedente, il comando vocale, la connettività car to car. E poi 3 radar, 5 telecamere e 12 sensori a garantire l’Adaptive Cruise Assist, che mantiene la distanza dai veicolo precedente e il centro della carreggiata.

Supercompleta la gamma dei motori che comprende i nuovi benzina TFSI 1.0 e 1.5 da 110 e 150 cv e i TDI 2.0 a gasolio da 116 e 150 cv. A questi, già disponibili, si aggiungeranno un mild-hybrid, due plug-in ibridi da 204 e 245 cv e la vesione g-tron a metano d 131 cv.

Audi A3 Sportback 2020, come va su strada

Sulle strade della cintura che corre intorno a Milano Audi A3 (con il diesel 2.0 da 150 cv) conferma tutte le sue doti di piccola ammiraglia. La guida è silenziosa e ovattata, lo sterzo sempre preciso. Le accelerazioni prepotenti quando chiedi gas per un sorpasso.

Il cambio automatico asseconda in modo perfetto i giri del motore. Senza strappi e senza vuoti tra una marcia e l’altra. La visibilità interna è ottima, come la funzionalità dei sistemi di assistenza alla guida.

In autostrada l’auto tiene la carreggiata anche staccando le mani dal volante. E rispetta la distanza dal veicolo precedente.

Pure lo start and stop ha una funzionalità quasi istantanea, a conferma che l’A3 ha riflessi elettronici prontissimi. Per chi vorrà ottimizzare i consumi si consiglia la versione mild-Hybrid che risparmia 0,4 litri ogni cento km.

Il prezzo di partenza è di 27.950 euro, il noleggio a lungo termine costa 299 euro al mese.

Giuseppe Tassi

Scarica ora: Listino nuova Audi A3 Sportback

Ultima modifica: 29 giugno 2020

In questo articolo