La Aston Martin Valkyrie userà materiali più avanzati delle F.1

883 0
883 0

La Aston Martin Valkyrie sarà una sorta di F.1 da strada. La Casa britannica la sta sviluppando in sinergia con il Red Bull Racing Team e il progetto è affidato al guru Adrian Newey. Secondo quanto riporta Autocar, la vettura avrà dei materiali più avanzati di quelli utilizzati in Formula Uno.

Nessuna restrizione regolamentare e nemmeno economica. Si vuole costruire una supercar estrema, in grado di rivaleggiare con la Mercedes-AMG Project One. Inoltre Andy Palmer, il boss di Aston Martin, ha detto tempo fa che la Valkyrie girerà a Silverstone sugli stessi tempi di una Formula Uno.

La due posti avrà più di 1.000 cavalli, costerà circa 2,5 milioni di sterline e sarà prodotta in 150 esemplari già venduti. La grande forza della Valkyrie sarà l’aerodinamica. Intanto c’è un rapporto peso potenza strabiliante di 1:1. Newey ha poi lavorato per estremizzare al massimo l’aerodinamica della vettura.

Una downforce mai vista

Autocar rivela che, secondo alcune fonti di Gaydon, alla massima velocità la downforce sarà di 1.816 kg. Qualcosa di mai visto. A spingere la Valkyrie sarà un motore V12 Cosworth da 6.5 litri. A questo propulsore sarà accoppiato un motore elettrico Rimac con un cambio di Ricardo. Aston Martin ha pubblicato un anno fa le immagini degli esterni e dell’abitacolo di un prototipo. Si disse che la versione di serie lo rispecchierà al 95%.

Ultima modifica: 16 maggio 2018